venerdì 30 aprile 2010

Bp: Disastri ecolomici

                Andamento in borsa di british petroleum

Le azioni di British Petroleum Sono veramente calde,oggi

Cliccando sul link potete dare un occhiata a quelli che sono i dati borsistici della British petroleum,proprietaria della piattaforma offshore "deepwater horizon" collassata nel golfo del Messico.

Piattaforma che sta disperdendo 5000 litri di petrolio al giorno in mare aperto,una chiazza cosi vasta da minacciare le coste di quattro stati,alabama,mississipi,florida (non per molto) e louisiana.

La compagnia dal suo sito ufficiale,http://www.bp.com lancia dei comunicati stampa divertenti,come questo : Comunicato stampa british petroleum e visto che molti di voi sono annoiati dalla vita,vi faccio pure la fatica di tradurvelo,fatica che potrete tranquillamente pagarmi intrattenendomi sessualmente se siete donne,e pagandomi una cena con una bella donna,se siete pelosi.

Se siete donne pelose,dipende dai centimetri (di pelo)
Dai 0,5 a 1 ok
Da 1 a 2 mototrebbiatevi
Da 2 a tendente ad infinito,mi pagate la cena.

Ah,la traduzione.ok,ok.

BP ha annunciato oggi di aver lanciato la prossima fase del suo sforzo per contenere e pulire lo sversamento di petrolio nel golfo del Messico. con una significativa aumento di preparativi (preparates nel testo) sulla costa,nel caso la chiazza dovesse raggiungerla.


La compagnia sta aumentando i preparativi per proteggere e ripulire le linee costiere di Louisiana,Alabama,Mississipi e Florida.(Notate come già li diano per praticamente condannati.)

Per affiancare il suo centro di comando post incidente situato a houma (si intende houma,alabama) che supervisiona lo sforzo di contenimento al largo della Louisiana,Bs(british petroleum d'ora in avanti) sta creando un centro di comando similare a Mobile,alabama, che supervisionerà le azioni da terra in Alabama,Mississipi e Florida. (svelti eh)

Il lavoro continuerà con l'installazione di aste di protezione lungo la costa,180.000 piedi sono già stati piazzati e oltre 300.000 addizionali sono stati piazzati o quasi (traduzione libera per non stuprare l'italiano),con ulteriore possibilità di aggiunte.

Bp sta mobilizzando tutte le sue risorse per fermare lo sversamento di petrolio,conseguenza dell'affondamento dell'anello di trivellazione nel blocco 252 del canyon del Mississipi.

Questo include i tentativi di arginare le perdite di petrolio dal pozzo sottomarino,per contenere le perdite in mare aperto e proteggere la costa del golfo.

"Stiamo facendo assolutamente tutto ciò che è in nostro potere per eliminare l'origine del problema e contenere l'impatto ambientale dello sversamento,siamo determinati a combattere su tutti i fronti,nelle acque profonde del golfo,nelle acque poco profonde,e,se fosse necessario,sulla riva"(spero,anche in tribunale,perchè è li che finirà) ha detto il capo del gruppo Bp Tony Hayward.

Negli ultimi giorni ho visto le risorse e capacità globali di Bp venire spostate per risolvere questo problema,accetto (iamo) l'offerta di chiunque,compagnie petrolifere,agenzie governative,privati,volesse difendere la linea costiera e combattere la falla.Siamo determinati a riuscire.(Prima fate il danno GLOBALE e poi GLOBALMENTE chiedete aiuto,mi sembra coerente)


La massiccia operazione in mare aperto che è in corso da una settimana ha affrontato la fuoriuscita in  in mare aperto, sia scremando e dividendo il petrolio che applicando disperdenti 

Si teme, però, che il tempo e le correnti sposteranno la marea nera verso la costa nei prossimi giorni.


La nuova attivita sul terreno è focalizzata in cinque località degli stati potenzialmente colpiti,Venice, Louisiana; Pascagoula and Biloxi, Mississippi; Mobile, Alabama; e Pensacola, Florida.

Sono stati allestiti dei campi riforniti di  materiale e personale,inclusi 100.000 piedi di aste galleggianti (scusate,non so come cazzo chiamarle) per proteggere la costa di ogni area.

Ogni stato ha già pronti piani di risposta all'emergenza e gruppi addestrati,saranno disponibili anche dei volontari (quanto gli piacciono a lui,i volontari) per aiutare nelle operazioni e nel dispiegamento delle risorse.



Parallelamente a questo Bp sta creando uffici in ognuna di queste comunità,mettendo a disposizione personale che fornirà informazioni su quello che sta succedendo,che succederà e sugli sviluppi. (*1).

 Questi si metteranno in contatto con gli enti governativi locali  con il pubblico e altri gruppi per fornire informazioni sugli sviluppi.

 Per sfruttare le molte offerte di aiuto ricevute,in questi uffici verranno anche raccolti i nomi di chiunque voglia assistere  con le operazioni,e coordineranno l'identificazione di attività che civili non addestrati potrebbero svolgere.


 Questi sforzi sono in aggiunta al lavoro in corso con  Transocean, MMS,la guardia costiera statunitense ,e le altre organizzazioni all'interno del comando unificato,per fare tutto il possibile per fermare la dispersione di carburante sul fondo marino.



 Gli sforzi per fermare le perdite del pozzo,stimate correntemente in 5000 barili al giorno continueranno con sei robot sottomarini comandati a distanza,che continueranno a cercare di chiudere la valvola sul letto marino.

( L'originale dice activate  the blow out preventer (BOP) on the sea bed il blow out preventer è questo ).

Da questo finesettimana è previsto che il Transocean Development Driller III(Una nave perforatrice suppongo) scavi un pozzo di "sollievo" (suppongo che si tratti di un pozzo dove poter incanalare le fuoriuscite) per mettere in sicurezza quello esistente. 

Ci si aspetta che la perforazione di questo pozzo richieda 2-3 mesi (che fanno ..500.000 barili di petrolio dispersi,considerando le stime sicuramente ottimistiche,visto che si tratta del sito della Bp,79 MILIONI di litri di petrolio,un disastro inenarrabile N.d.Kurdt). 


 Continua inoltre il lavoro per la produzione di un sistema di raccoglimento sottomarino capace di operare in acque profonde,per dirigere il petrolio disperso in superficie,dove verrebbe trattato.


Ci si aspetta che sia pronto nelle prossime settimane. 


Stime preliminari indicano che gli sforzi attuali per contenere lo sversamento e mettere in sicurezza il pozzo stanno costando ai proprietari dell' MC252 circa 6 milioni di dollari al giorno (parlano di se stessi in terza persona,come se non fossero loro,i padroni del pozzo,dio scalzo

Ci si aspetta che i costi aumentino con l'aumentare dell'attività,e troppo presto per quantificare altri costi potenziali e perdite associate all'incidente.

Nota (1) - Già mi immagino il personale della Bp che cerca di convincere la popolazione che quella roba nera è appiccicosa spalmata sui loro gamberetti non deve essere considerata una minaccia,ma una risorsa.


Crema solare,ad esempio.


Intanto è stupefacente il fatto che queste scimmie anglosassoni non abbiano ancora imparato ad usare un unità di misura condivisa globalmente come il metro,continuando ad usare unità come i piedi.

A cosa mi fa pensare tutto questo?

Con ordine

1) Una compagnia privata come la Bp ha la possibilità di disintegrare un ecosistema in pochissimo tempo,provocando danni superiori ai suoi guadagni più rosei.

Se tutto va bene, la Bp dovrà pagare un multa disumana,che presumo che non possa nemmeno affrontare,difatti voglio vedere chi quantificherà l'inquinamento dei litorali di quattro stati con uno sversamento di petrolio di 80 cazzo di milioni di petrolio.

2)Il colpevole è sicuramente un ingegnere stronzo che passava per caso accanto alla piattaforma,verrà ghigliottinato.

3)Obama ha affermato che devono essere bloccate tutte le trivellazioni in corso nel golfo del messico,a tempo indeterminato.

Significa che la settimana prossima riaprono le piattaforme.

Tanto ormai il bordello è fatto cazzo ce ne frega ormai (e sono parzialmente d'accordo)

Giusto per concludere,visto che vi ho fatto omaggio di cotanta saggezza,potete pure inviarmi le tipe a cena,o se volete, come cena,inscatolate.







Posta un commento