domenica 11 aprile 2010

L'umano l'iperumano l'iperuffiano - I- (chiesa e darwin)



Da quando il sig. Darwin pubblico' la sua "Evoluzione delle specie" sono passati parecchi anni,parecchie fossili e parecchie prove.

Ma quando si analizza il rapporto "chiesa cattolica - teoria dell'evoluzione umana" si tende a sottolineare come ragione dell'opposizione cattolica,una presunta "inconciliabilita' con i testi sacri".

E qui,approfondendo o meno si ferma l'analisi.

Ora la chiesa ad esempio,sembra finalmente avere accettato che la terra ruota attorno al sole,che l'universo esiste e lotta insieme a noi,e che le stelle non sono le anime delli mortacci nostri.

Ora per quale ragione la chiesa non afferma come gia' fatto in passato,che la bibbia,una volta di piu' va "interpretata" e non presa alla lettera?

Ora partendo dal concetto che la chiesa da sempre a cercato di relegare tutto quello che potesse rubarle spazio e fette dell' 8x1000 in un angolo remoto della realta'..

Ma come mai, in particolare, l'evoluzione?

La religione,principalmente quella cattolica,lavora sulla massa cercando di convincerla ad abbandonare quello che e' piu' tangibile,gli istinti,in cambio di un ipotetica evoluzione in un essere "puro","superiore","santo".

Darwin attacca ai coglioni del papa esattamente una teoria opposta,una teoria che lega indissolubilmente,l'uomo alla mucca e al roditore,una teoria elegante,circostanziata e SEMPLICE.

Cosa puo' fare la chiesa a parte negarla con fermezza?

Mica il papa puo' dire "si beh,discendiamo dagli ornitotteri" sperando che il suo popolo non si faccia troppe domande e lo accetti come nuovo dogma della fede.
"nel nome del pavone,della cutrettola e della scimmia urlatrice" e poi tutti a scambiarsi un segno di pace pisciando sull'altare,no non ce lo vedo.

Oddio,probabilmente molti cattolici lo accetterebbero come un nuovo add-on della chiesa 2.0,voglio dire,non e' che nella vecchia versione fossero meno sadici e violenti eh.

La chiesa e' refrattaria alla razionalita' e ovviamente il papa si erge a difensore della purezza della fede contro il "razionalismo dialettico",che detto cosi sembra una malattia venerea e paladino delle smarrite caprette nel grande mattatoio del signore.

Il punto e' che la razza umana,checche' ne dica il vecchio darwin,non e' che si sia evoluto tantissimo da quando ci si leccava i genitali a vicenda e si dichiarava guerra al branco dei vicini.

Invece il sapiens si vanta di ammazzare qualcuno e si vergogna di leccare i genitali.

Qualcosa deve essere andato storto in sta storia dell'evoluzione.

E nsomma abbiamo capito perche' darwin e' ancora tabu',non puoi fare capire o capire tu stesso (sono convinto che la maggior parte dei preti creda in quello che dice) che in fondo sei ..

 una bestia che si riconosce allo specchio.
Posta un commento