domenica 18 luglio 2010

I limiti dello sviluppo for dummies



        Ecco quello che credo che sia l'umanità in questo momento.

                                Un allegra,incosciente colonia batterica.

Alcuni di voi sapranno già cosa si intende con "Rapporto sui limiti della crescita" pubblicato dal MIT nel 1972.

Per quelli che invece non avessero la più pallida idea di quelli di cui si parla, arrivo io con la mia lanterna a fugare i fantasmi della vostra epocale ignoranza.

Il rapporto sui limiti dello sviluppo propone un analisi a largo raggio di quella che sarebbe stata la situazione delle risorse durante il secolo XX-XI,evocando diversi scenari riguardo lo sviluppo economico sociale del sistema "TERRA"

                                                       Questa è l'elaborazione del club

Come potete vedere si intrecciano diverse previsioni e diverse variabili,ad esempio,viene previsto un picco del pil e degli alimenti disponibili pro capite esattamente per il periodo attuale 2010-2020 e dei servizi,intesi come sanità istruzione etc per il 2025.

Ma perchè dovrebbe succedere tutto questo?

Perchè in un sistema chiuso le risorse sono LIMITATE.

L'uomo moderno si è dimenticato il concetto di limite,convinto che le sorti meravigliose et progressive dell'evoluzione tecnologica lo avrebbero trasformato in una semidivinità.

In realtà l'uomo in se è cambiato ben poco,nell'ultimo secolo,intellettualmente è rimasto la solita scimmia semza pelo,economicamente ha scoperto il combustibile migliore della storia.

   Il petrolio.

Che gli ha permesso di sfruttare agevolmente un energia immensa,energia che,incanalata nell'industria,ha permesso l'aumento del benessere e della popolazione che conosciamo.


Senza energia non c'è benessere,ficcatevelo in testa,senza energia a buon mercato la popolazione mondiale tornerebbe rapidamente a quella che era nel 1800 come da grafico.

Come potete vedere la popolazione mondiale è aumentata in maniera esponenziale nell'ultimo secolo e mezzo,esattamente in concomitanza con la rivoluzione industriale e la scoperta di abbondanti giacimenti di petrolio.

Ora la domanda che vi starete facendo è : "Quanto dureranno i combustibili a buon mercato ?"

E la risposta è in questo grafico che testé vi esplico.

Questo è il grafico della produzione di tutti i combustibili petroliferi e del gas,convenzionali e non.

Come potete agevolmente vedere se non siete orbi,la produzione raggiungerà un picco attorno al 2020 e da li potrà solo peggiorare,qualsiasi cosa si faccia per sostenerne l'aumento.

Portandosi dietro tutta la nostra cosiddetta : "civiltà"

Avete capito,porca di quella madonna,perchè non dovete fare tanti bambini,testaccie di cazzo eh?

5 commenti:

SCIUSCIA ha detto...

Se non ci sbrighiamo ad inventare Star Trek mi sa che è un casino, eh?

kurdt ha detto...

Io spero ancora in una devastante carestia che elimini dalla faccia della terra il 50% della popolazione.

Oppure una guerra Cina-usa dove si massacrano queste due inutili popolazioni.

:)

giulia ha detto...

post interessante...

credo però che il picco di petrolio lo abbiamo già raggiunto, tieni conto che si fanno dei buchi sul mare sempre più profondi per estrarlo. Anche questo è un limite del quale non si tiene conto. In molti casi si estrae syncrude: i costi energetici e ambientali sono molto elevati.

Concludo che sei un ottimista.

giulia ha detto...

post interessante...


credo però che il picco di petrolio lo abbiamo già raggiunto, tieni
conto che si fanno dei buchi sul mare sempre più profondi per estrarlo.
Anche questo è un limite del quale non si tiene conto. In molti casi si
estrae syncrude: i costi energetici e ambientali sono molto elevati.


Concludo che sei un ottimista.

kurdt ha detto...

Il picco "All liquids" non è ancora stato raggiunto, prevedibilmente lo sarà in questo decennio.

Io ottimista? sei tu ad essere pessimista .^^