domenica 24 febbraio 2013

E(r)ezioni 2013




A queste latitudini gli echi della campagna elettorale italiana arrivano smorzati, come se arrivassero dalla luna, ma anche se non voterò per cause di forza maggiore (e no, non chiedetemi per chi avrei votato) vi dirò quello che penso delle prossime elezioni.

E ho dato un occhiata alle liste dei candidati e ai nomi delle liste, e mi è venuto il magone, una sensazione terribile di deja vù mi ha colpito quando ho visto le stesse facce che cercavano di candidarsi anche stavolta, per l'ennesima volta, alle elezioni.

PdL: Il popolo delle libertà : Berlusconi ridiscende in campo con uno stuolo di lacchè e lustrascarpe da fare invidia al circo Barnum, Alfano è il candidato premier eterodiretto, per fare vedere che perbacco, è di un partito che stiamo parlando, non di un accozzaglia di accattoni portati in politica da un Berlusconi qualsiasi.

Scorro le liste del Pdl e provo nostalgia della Zanicchi, poi guardo le liste degli eurodeputati in carica, e
la nostalglia, magicamente, mi passa. Questa gente ha escluso Cosentino e Dell'Utri dopo aver scoperto che legalitario e bello, e vi dirò, della gente che hanno candidato quei due erano il meno peggio, sapete perchè? Perchè lo sapevamo che erano mafiosi, ora i nomi sono cambiati, ma gli interessi che vengono serviti, quelli sono rimasti gli stessi, ed è di questo che dovremmo preoccuparci.

Perchè personaggi come Bondi, Alfano, Capezzone (!) la Gelmini eccetera eccetera eccetera, sono ancora lì, e voteranno qualsiasi cosa gli venga chiesto di votare. E occhio che non sto parlando certo di P2 o di loggie massoniche segrete. Gente come Bernabò Bocca, presidente della Federalberghi, capolista in Friuli, potete stare tranquilli che non è interessato ai
vostri problemi, pensateci quando vedrete una leggina che riduce le tasse su alberghi e alberghetti, l'anno prossimo.


La Lega : Quelli della lega sono passati direttamente dal celodurismo aromatizzato con qualche goccia di Dio Pò all'arraffonismo più classico all'italiana, quello, per intenderci, familiare con qualche macchia di sugo sulla camicia bianca di cotone.
Maroni è stato piazzato in carica per mostrare che la lega ce l'aveva ancora duro, e non s'era rammollita, anzi! Salvo poi decidere di allearsi di nuovo con Berlusconi, per perdere, mano nella mano.


Partito degli onesti perdenti Italiani (Ingroia) : Non dico nulla su Ingroia, ma guardate chi si porta dietro! Comunisti Italiani, Arancioni, Italia dei Valori, persino Rifondazione Comunista. Come se un allenatore decidesse di fare giocare Larrivey, Bergkamp e Pancev in attacco, sperando anche di vincere.

PD : E veniamo alle cose tragiche. Il partito democratico. Il partito democratico si presenta, per la prima volta negli ultimi quindici anni, alle elezioni con speranze concrete di vittoria, a gennaio staccava il Pdl di dieci punti percentuali, e adesso? Ma che domande, hanno perso tutto il vantaggio accumulato.

Non era facile, ma ci sono riusciti, in poche semplici mosse.

  1. Flirtare con Monti : Nessuno in Italia dimentica quello che ha combinato monti negli ultimo anno e mezzo, ma sopratutto, i voti della povera gente, che di solito son sempre andati a sinistra, si sono girati da un altra parte. Questo perchè si sono sentiti traditi, non si flirta con chi ha preso a calci nel culo gli esodati senza pagare dazio.

    2) Candidare gente discutibile.
Qualcuno ha detto Binetti? Sicuro, la binetti è un esempio lampante, ma sorpresa! Non sta più nel Pd, ma non vi preoccupate, ce ne sono tanti altri.

Massimo Mucchetti : Il vicedirettore del Corriere della sera. Poi venitemi a dire che la sinistra è quella dell'informazione libera.
Rosy Bindi : Tutti sanno che è inchiavabile, ma non fa male ricordarsi che è una cattolica irriducibile, convinta che parlare di diritti omosessuali sia equivalente a chiaccherare direttamente con satanasso. Perfetto per un partito moderno e riformista come il Pd, isn't it?

IL Südtiroler Volkspartei : Candidare alle elezioni nazionali un partito che vuole staccarsi dall'Italia? Ma certo che si può! Ci vuole del genio.

C'è da dire però che le liste del Pd sono state depurate da parecchi individui che contribuivano indubbiamente a fare perdere, il partito, gente come aut-aut Veltroni, o genio incompreso D'alema.

Votare Pd mi ricorda sempre l'operazione di amputarsi una gamba per evitare la cancrena utilizzando arnesi arrugginiti.

Il centro pompato di steroidi di monti-Casini-Fini : Vengono dati attorno al 10%, non male per una coalizione che prendeva il 5% quando andava bene. Peccato che in tutto questo Monti ricordi il conte Ugolino, mentre divora i propri figliuoli.

Detto questo, da un partito spalleggiato da uno come Montezemolo, il popolo può aspettarsi solo sacrifici mascherati da obblighi assoluti, privatizzazioni a favore di amici degli amici alla faccia del “libberomergado” e inculate con il sale grosso. Ah, dimenticavo, anche la Binetti è candidata con questa gente qua, a lei essere torturata piace.

Elettore avvisato, mezzo salvato. A meno che non vi piaccia il ghiaione nel culo.

F.a.r.e. Per fermare il declino : Votate Giannino se volete un partito che offre libero mercato a prezzi d'accatto. Hanno iniziato a scannarsi ancora prima delle elezioni. Il leader del partito non è il candidato premier.

Il declino di cui parlano, è il loro. Se li votate siete dei poveri stronzi, e meritate di essere venduti al mercato delle vacche.

Radicali : Devo ammettere di avere un debole per Pannella, uno che regala fumo in giro e si beve il proprio piscio non deve essere sottovalutato. Ma sopratutto ho un debole per i Radicali, gente che ha portato avanti delle battaglie in cui credeva, scommettendo tutto, perdendo sempre.

Pannella è uno che s'è seduto sul bordo del fiume, aspettando che passassero i cadaveri dei suoi nemici,
poi nel fiume c'è caduto lui.

Casa Pound- Forza Nuova : Su casa Pound, cosa dire? La figlia del poeta Ezra ha dichiarato che Casa Pound deve cambiare nome, denunciandoli alla magistratura, un partito che di certo non ha neppure il nome, dove vuole andare?

E Forza nuova? Forza nuova la ricordo alle manifestazioni, non se li cagava nessuno, e ancora adesso, non se li caga nessuno. Peccato, perchè se non ricordo male esiste un reato, apologia del fascismo, che si applica ad entrambi i partiti.

Movimento a cinque stelle : E qui casca l'asino. A queste elezioni beccherà più del 20%, e lo farà senza un programma reale su argomenti come

  1. Magistratura : Cos'ha intenzione di fare il M5s per velocizzare i processi e ridurne il numero? Mistero
  2. Economia : A parte alcune proposte su abolizione di scatole cinesi in borsa, abolizione dei sindacati, e abolizione di praticamente tutto, non risulta alcuna proposta concreta del M5s riguardo per esempio, il debito pubblico, le proposte sono state arrivate solo da Grillo in persona, che le ha strillate, certo non sono il frutto di decisioni collegiali. Uscire dall'europa?
    Bella colossale cazzata, utile se si vuole comprare petrolio in lire, a due tre milioni al litro.
  3. Diritti civili : Grillo propone matrimoni omosessuali e poi offre una spalla a casa Pound, come cazzo crede che possa funzionare? Reddito di cittadinanza, bello, ma con che soldi?
  4. Lotta all'evasione : Grillo nicchia, offrendo un bersaglio facile, i soliti politici, ma senza dire cosa farà con quelli che evadono “modeste quantità” che però sommate assieme fanno valanghe di soldi. Altra proposta che va in direzione dei piccoli evasori è l'abolizione di Equitalia, senza spiegare chi potrà esigere le tasse, dopo.
  5. Struttura del partito : Ormai si sa che quello che comanda è Grillo, spalleggiato da Casaleggio, la qual cosa non mi infastidisce troppo, sono contro la democrazia, quello che mi preoccupa è il modo in cui viene gestito questo potere. Grillo si è circondato da gente che crede veramente di contare uno, in mezzo a tanti altri uno, quella stessa gente che si renderà conto che forse alcuni sono più uno degli altri.


Indipendentisti sardi, veneti, padani : Ma se volete l'indipendenza, cosa vi candidate alle elezioni Italiane? Vincete almeno quelle regionali, e poi ne parliamo. Magari si riesce a creare un macro stato con tutte le minoranze indipendentiste italiane, qualcosa tipo il M.I.O (Movimento indipendentisti onanisti).

Da evitare come la peste.

Non elenco tutti gli altri partitini dello sgnaùs, perchè tanto beccheranno lo 0,qualcosa e non conteranno una cippa fritta.

Ah, vi do le mie previsioni per oggi, quelle che saranno le percentuali, ad occhio e croce.

P.D + Vendola : 30 – 35%

PDL + Lega : 28 – 33%

Grillo : 20 – 24 %

Monti etc : 10-13 %

Ingroia : 4-5%

Partitini di estrema destra, estrema sinistra : 3-4%

Altra gentaglia inutile : 2%

Kurdt