domenica 17 marzo 2013

Grillo e grasso (senz'accento)




Beppe Grillo, si lamenta che I “suoi” parlamentari non abbiano votato compatti la candidata del movimento cinque stelle durante le votazioni della presidenza al senato.

Si lamenta che abbiano eletto Grasso alla presidenza del senato, con un post sulla pagina del M5s su Facebook dice :



Nella votazione di oggi per la presidenza del Senato è mancata la trasparenza. Il voto segreto non ha senso, l'eletto deve rispondere delle sue azioni ai cittadini con un voto palese. Se questo è vero in generale, per il MoVimento 5 Stelle, che fa della trasparenza uno dei suoi punti cardinali, vale ancora di più. Per questo vorrei che ogni senatore del M5S dichiari come ha votato.
Nel "Codice di comportamento eletti MoVimento 5 Stelle in Parlamento" sottoscritto liberamente da tutti i candidati, al punto Trasparenza è citato:
- Votazioni in aula decise a maggioranza dei parlamentari del M5S.
Se qualcuno si fosse sottratto a questo obbligo ha mentito agli elettori, spero ne tragga le dovute conseguenze."

Insomma i senatori del M5s avrebbero dovuto dire per chi hanno votato, perchè avevano firmato un documento interno del movimento. Un documento che immagino valga più delle leggi dello stato.
Grillo mi ricorda molto quei datori di lavoro che fanno firmare ai dipendenti appena assunti un foglio con su scritto : “nel momento in cui il sottoscritto Beppe Grillo voglia licenziare il qui presente tizio, allora potrà farlo quando e come gli giri il cazzo” convinto che solo perchè c'è la firma dell'altra parte, allora sia tutto okay.
Fico.
Ora, la votazione segreta è stata decisa proprio per evitare un tipo di situazioni. La votazione segreta, caro Grillo, serve per evitare che un grassone tronfio e sputasentenze cerchi di influenzare la scelta del presidente della camera.

Ma Grillo ripete

trasparenza trasparenza trasparenza trasparenza,trasparenza trasparenza trasparenza trasparenza

come i Berlusconiani (ovvero gli abitanti del pianeta Berluscon ) ripetevano :

Comunisti comunisti comunisti comunisti comunisti comunisti comunisti”

Grazie a Dio che c'è il voto segreto, dico io, ci ha impedito di vedere eletto alla camera nuovamente Schifani! E quale sarebbe il problema di Grillo?

Voleva che il M5s votasse in massa come presidente del Senato un tizio di nome “Louis Alberto Orellana” uno che come unico merito ha essersi laureato in scienze dell'informazione (ahhhhh che laurea! Adesso si che siamo in mani sicure!) e aver lavorato per la Italtel. Ineccepibile, un curriculum perfetto, come mai non ci avevamo pensato prima? Ecco cosa ci voleva per sistemare l'italia, un laureato in scienze dell'informazione cazzo!

Si lamenta che quelli del movimento abbiano votato, almeno in parte, il candidato del Pd, Pietro Grasso. 

Ricordiamoci chi è questa persona, un magistrato antimafia dei più tignosi, tanto tignoso che persino nel suo partito si è ritrovato i bastoni fra le ruote, ed è stato messo in campo solo perchè il Pd aveva capito che non avrebbero potuto fare altrimenti, se voleva far passare il loro candidato.

Una persona di altro profilo, ex giudice del maxiprocesso, ex presidente della commissione antimafia, conoscitore profondo della criminalità italiana e non, e implicato in processi rischiosi che gli hanno sicuramente inimicato la parte marcia del paese, in prima fila nella cattura del boss Provenzano. Uno stronzo qualunque, insomma.
Ovviamente poi aggiungiamo una laurea in giurisprudenza, che non fa male, quando devi fare una roba come il presidente del senato.

Ma no! secondo Grillo i senatori del M5s hanno fatto male a votare Grasso, avrebbero dovuto votare un tizio con una laurea in scienze dell'informazione che parla spagnolo e inglese, Oh oh oh!
Ma Grillaccio del cazzo, non eri quello che cantava sempre la canzoncina che faceva :
competenza competenza competenza competenza competenza competenza?” cosa c'è che non ti piace di Grasso, che non sia uno dei tuoi? Se valutassimo solo la competenza pura e semplice, il candidato del Pd sarebbe sicuramente molto migliore del vostro, ha dimostrato di saper resistere alle pressioni e fare decisioni pericolose per se e la propria famiglia, mettendosi di traverso a centinaia di mafiosi. Cos'ha fatto il tuo invece, a parte laurearsi?1*

Un cazzo di niente.
E allora, caro il mio tricheco spiaggiato, vedi un po' di arenarti da un altra parte, che quello che hanno fatto i tuoi senatori mi ha un po' rincuorato. Perchè vedi, temevo che fossero tipo stati lobotomizzati dai tuoi discorsi del cazzo. Invece stanno già iniziando a sfancularti, e siamo solo all'inizio della legislatura!

Ma questa roba della “trasparenza, è davvero così importante? Si, se hai paura di aver portato in parlamento dei poveri rincoglioniti incapaci di ragionare e accordarsi per il “bene comune”. La
trasparenza diventa importante, per come la intende il tricheco spiaggiato, solo quando diventa strumento di controllo, non mi pare lui pubblichi integralmente le telefonate che si scambia con quell'altro ex sessantottino fulminato da troppi acidi.

Ergo, faccio un paio di previsioni :

         1) I grillini in parlamento, passato il primo periodo, inizieranno a deviare dalla linea comune dettata da   Grilleggio
  1. In questa prima legislatura, a differenza di quello che pensano in parecchi, nessun grillino salterà il fosso, passando per esempio al Pd. Questa sarà una legislatura breve, di transizione, nessuno di loro rischierebbe di perdere la possibile rielezione, quelli che salteranno il fosso lo faranno alla fine della prossima legislatura, e saranno parecchi, altro che il 15%.
  2. La pressione portata dal m5s farà guadagnare punti al Pd, che sarà costretto a fare le pulizie di primavera, se non vorrà collassare
  3. Grillo reagirà MALISSIMO di fronte ad un eventuale ripulitura del Pd, dimostrando in diretta che il suo interesse non è una migliore politica, ma semplicemente un potere maggiore. Come tutti. 


    "Trasparenza trasparenza trasparenza trasparenza trasparenza trasparenza trasparenza trasparenza! "


    1*  (Edit : Nella prima stesura di quest'articolo ho fatto l'errore di confondere scienze dell'informazione con scienze della comunicazione, sorry. Ciò non cambia il fatto che sto tizio non abbia fatto un cazzo a parte laurearsi).

    Kurdt

1 commento:

shevathas ha detto...

Il problema di grillo è il problema degli ortodossi che ragionano solo per bianco o nero completamente avulsi dalla realtà. Basta dover scegliere fra grigio chiaro e grigio scuro per mandarli completamente in crisi.