sabato 4 maggio 2013

L(h)obby delle armi


Il secondo emendamento della costituzione degli stati uniti d'America (1776) dice :



“A well regulated militia being necessary to the security of a free state, the right of the people to keep and bear arms shall not be infringed”



Che significa che:



“Una milizia ben regolata è necessaria per la sicurezza (e il mantenimento) di una nazione libera, (quindi) il diritto per gli individui di portare armi non deve essere infranto”



Ci sono due cose molto importanti da notare in questa frase, due cose strettamente collegate fra loro, in maniera sottile. 

 

La prima cosa da sottolineare è che si parla di una “milizia ben regolata” cosa che esclude immediatamente la grandissima maggioranza della popolazione, e la seconda è che questo paragrafo è stato scritto nell'anno del signore 1776. Millesettecentosettantasei signori, quando ancora le donne non avevano diritto di voto, Urano, Nettuno e Plutone non erano ancora stati scoperti, non si sapeva esattamente come avvenisse la fecondazione e la chimica non era ancora nata. L'idrogeno verrà scoperto solo un decennio più tardi venendo inizialmente chiamato “flogisto” un termine da alchimisti. Possiamo dire che le conoscenze dell'epoca non erano esattamente “aggiornate”.

Ricordiamoci che il secondo emendamento è stato scritto prima dell'arrivo dell'energia elettrica e del petrolio, durante una guerra che coinvolgeva la popolazione che l'aveva scritta.

Nel 1776 gli Stati Uniti d'America erano in guerra contro la madre patria inglese, quindi non era per niente strano che tutte le persone abili e capaci dovessero avere delle armi per difendere il proprio paese.



Purtroppo quello che risulta abbastanza chiaro a qualsiasi persona dotata di un minimo di cervello, pare non essere accettato da una parte dei cittadini degli Stati Uniti d'America ai giorni nostri. Voglio dire, non ci vuole tanto a capire che una persona che va al supermarket e compra una beretta non può assolutamente essere definito parte di una “milizia” ben organizzata. O no?



Su quest'argomento pare che la stessa corte suprema sia piuttosto confusa, sopratutto negli ultimi tempi.



Nel caso In United States v. Cruikshank, 92 U.S. 542 (1875) Dopo che una milizia suprematista bianca aveva massacrato 200 neri, la corte suprema affermò che:



"[t]he right to bear arms is not granted by the Constitution; neither is it in any manner dependent upon that instrument for its existence. The Second Amendment means no more than that it shall not be infringed by Congress, and has no other effect than to restrict the powers of the National Government.".



Il diritto di portare delle armi non è garantito dalla costituzione, ne è in alcun modo dipendente da essa per la sua esistenza. Il secondo emendamento non significa altro che (quel diritto) non può essere infranto dal congresso e non ha altro effetto che limitare i poteri del governo nazionale.”



Ovvero, in parole povere:



Chiunque può portare armi quando cazzo gli pare e ammazzare più neri possibile se ne ha voglia, e il secondo emendamento serve solo a limitare il potere del merdoso governo centrale comunista, non i cittadini che, bontà loro, se vogliono, potranno pure massacrare dei negri del cazzo”



Bene notare che le milizie di cui si stava discutendo stavano utilizzando un “diritto” quello di portare le armi, per impedire ad un altro gruppo di persone (i neri) di esercitare un altro diritto (votare liberamente).



Poi ci fu il caso United States v. Miller, 307 U.S. 174 (1939)Dove la corte suprema decise che:



"The second amendment "[protects arms that had a] reasonable relationship to the preservation or efficiency of a well regulated militia".



Il secondo emendamento protette armi che hanno una relazione ragionevole con il mantenimento di una milizia ben regolata”



Ora, quando cercherete riguardo questo caso, spunteranno centinaia di interpretazioni di una frase altrimenti cristallina, con la maggior parte dei commentatori che si sbrodoleranno addosso frasi nel tentativo di sostituire la frase “milizia regolamentata” con “gente comune”, come se un granatiere possa essere confuso con un contadino.

Voglio dire, confondereste mai questi contadini Veneti :

"andiam andiam andiam a zappar!"

Con l'orgogliosa brigata Sassari? 




Mi sembra evidente quale sia la milizia, no? Quel forcone è inequivocabile.   

Quindi sappiamo che fino all'inizio della seconda guerra mondiale la corte suprema aveva deciso per l'esclusione della "gente comune" dall'ombrello protettivo del secondo emendamento, ma attenzione, nel 2008 abbiamo una nuova interpretazione del secondo emendamento (corte suprem-AAA. Notate le A alla fine. Tutte uguali, cambiano idea come se nulla fosse.) 

 In District of Columbia v. Heller, 554 U.S. 570 (2008), la suprema corte dice che il secondo emendamento:

"codified a pre-existing right" and that it "protects an individual right to possess a firearm unconnected with service in a militia, and to use that arm for traditionally lawful purposes, such as self-defense within the home"[9][10]"

"Codifica un diritto preesistente" e che "protegge un diritto individuale al possesso di armi da fuoco slegato dal far parte di una milizia, e il diritto d'uso dell'arma per scopi tradizionalmente legali, come l'autodifesa all'interno della propria casa" (Notare che una parte della costituzione viene completamente cancellata da questa libera interpretazione della corte suprema, dov'è finito quel "well regulated militia"? Ma non sottilizziamo)

Aggiungendo però, grazie a Dio, che:

"the right is not unlimited. It is not a right to keep and carry any weapon whatsoever in any manner whatsoever and for whatever purpose".


"Questo diritto non è illimitato (non potete comprare carri armati, per adesso!)  non è il diritto di possedere e portare qualsiasi tipo di arma in qualsiasi modo e per qualsiasi ragione" (E grazie al cazzo. No, lasciamo che chiunque possa comprare un lanciamissili "mi serve per proteggermi dall'Abrams del vicino!")

Questa è l'interpretazione "ultima" della corte suprema. In conclusione : 

"Chiunque, sano di mente o psicopatico, in salute o malato, giovane o vecchio, criminale o no, ha il diritto di possedere il numero di armi che preferisce" 

Ha senso basarsi su una legge del 1776?


Quanto ha senso basarsi su qualcosa scritto quando ancora non c'era la luce elettrica per regolamentare la vita moderna? Voglio dire, non esistevano ancora le bombe atomiche all'epoca, però se proprio vogliamo estendere il diritto di "portare armi" a chiunque, beh, perché non estenderlo anche ai missili nucleari tattici? Oh, ma certo, conosco la risposta, buon senso, chi mai darebbe un missile nucleare tattico ad una singola persona? Nessuno! Per la stessa ragione visto che nel 1776 non esistevano fucili d'assalto capaci di sparare centinaia di colpi al secondo, probabilmente il buon senso consiglia di limitarne la vendita e l'uso alle sole persone veramente capaci di utilizzarle, i soldati. Altrimenti si arriva al paradosso per cui un soldato esperto deve seguire delle regole d'ingaggio prima di sparare, mentre un cittadino può fare un po' come cazzo gli pare, con i risultati che abbiamo di fronte agli occhi.

Basarsi su una legge di 250 anni fa per regolare la vita di oggi è più o meno simile a decidere di usare la bibbia come strumento regio per l'interpretazione della realtà, ci si trova a fare cose stupide come non potersi tagliare i capelli o la barba, pena la morte :

"'You shall not cut the hair on the sides of your heads, neither shall you clip off the edge of your beard." Levitico 19:27

Oppure potrai possedere degli schiavi, basta che vengano da nazioni vicine alla tua, i Francesi vanno bene, i sardi invece no. 

 "'Your male and female slaves are to come from the nations around you; from them you may buy slaves." Levitico 25:44

O magari ammazzare qualcuno perché sta lavorando di sabato, alla faccia dei sindacati e della Cgil! 

"Sei giorni si dovrà lavorare, ma il settimo giorno sarà per voi un giorno santo, un sabato di solenne riposo, consacrato all’Eterno. Chiunque farà qualche lavoro in esso sarà messo a morte."   Esodo 35:2

Notare come gli stati americani dove il creazionismo viene insegnato a scuola ( Texas, Minnesota, New Mexico, Pennsylvania, Missouri, South Carolina, and Alabama) siano anche quelli dove si possiede un grande numero di armi da fuoco, strano uh? Bill Hicks, (Dio lo abbia in gloria)  è riuscito a spiegarlo molto meglio in uno spettacolo chiamato "revelations".




Evidentemente non si può rendere intoccabile qualcosa scritto tanto tempo prima, per quanto possa essere considerato "importante", per il fatto di essere "costituzione".

Altrimenti gli americani dovrebbero anche ripensare alla schiavitù.  Dopotutto la loro costituzione diceva anche (prima della guerra civile) : 

"(No Person held to Service or Labour in one State, under the Laws thereof, escaping into another, shall, in Consequence of any Law or Regulation therein, be discharged from such Service or Labour, But shall be delivered up on Claim of the Party to whom such Service or Labour may be due.)" 

"Nessuna persona al servizio (schiava NdKurdt) in uno stato sottoposto a questa legge che scappi in un altro stato potrà, in conseguenza di qualsiasi legge li presente, venire liberata da questo servizio o lavoro, ma dovrà venire restituita 

a chi quel servizio è dovuto"

Si parla di schiavi, perché nel 1776 la norma era che le famiglie ricche possedessero degli schiavi, e avessero il diritto di farci un po' il cazzo che volevano, tanto erano negri. 

"Ehi Joe, t'immagini se un negro presidente? Sicuramente vorrebbe vendicarsi!
Non scherzare Mike e frusta.





Ora abbiamo un' idea più precisa della situazione storica, possiamo passare alla prossima domanda: 

     Come mai non si cambia la costituzione per renderla più moderna e attuale? 


Dopotutto con la schiavitù  ci sono voluti solo cent'anni, come mai non si cambia idea anche sulle armi? La ragione principale è l'Nra, ovvero la National Rifle Association, la lobby delle armi che ha più di 4.500.000 associati, fra i quali una stragrande maggioranza di repubblicani che spesso e volentieri si assiepano sotto una sola bandiera, la bandiera dei mongoloidi retrogradi, che in Italia viene portata avanti dai bigotti antiabortisti.

 
"Sono per le cazzate, per altre cazzate e altre cazzate ancora. Sono contro Obama"

La NRa, guidata dal suo portavoce, Wayne Lapierre spende milioni di dollari in spot e azioni di lobby per convincere la popolazione che, contrariamente a quello che un povero buzzurro potrebbe pensare, non è vero che meno armi ci sono in giro più si è sicuro, ma anzi! Più pistole ci sono, più è probabile che un pazzo con la pistola venga fermato in tempo prima di compiere un massacro.

Poco importa che questa spiegazione non regga e che esista una chiarissima correlazione fra numero di armi possedute in un paese e il numero di omicidi e crimini legati al possesso di armi. 

Guardiamo il primo grafico, che correla il numero di morti a quello di armi da fuoco possedute nei paesi industrializzati (non ha senso paragonare gli Usa con l'Honduras o il Congo, chiaramente) 


 Come potete vedere il Sud Africa è la nazione sviluppata con il più alto numero di omicidi, ma non dimentichiamoci che ha un passato di Apartheid e violenza che dura ancora adesso, proviamo ad eliminarla per vedere cosa succede se teniamo solo paesi sviluppati relativamente "stabili".

Otteniamo questo:

Ovvero che gli Stati Uniti hanno un tasso di omicidi molto superiore a quello degli altri stati civilizzati. Se possiamo definire "civilizzati" gli americani, chiaro.

 Esiste quindi una provata correlazione fra numero di armi da fuoco e numero di omicidi. Sarebbe quasi assurdo che non fosse così, ma visto che vogliamo essere assolutamente certi, il grafico precedente fuga ogni dubbio, senza dimenticare che il GdP americano e molto superiore a quello di parecchi stati "sviluppati", e anche il Gdp correla con il numero di omicidi. (ovvero con l'aumentare del benessere economico, scende il numero di omicidi.) 

Quali ragioni vengono opposte ad un controllo più stringente delle armi da fuoco


Esistono ovviamente alcuni "scienziati" prezzolati che hanno cercato, ampiamente foraggiati dalla NrA di negare questa correlazione, con motivazioni patetiche come: "è vero che in Europa avvengono meno omicidi, ma questo non succede perché c'è maggior controllo! Il tasso di omicidi con armi da fuoco era già basso prima dei controlli sulle armi! (dimenticando di far notare come i controlli sulle armi vennero istituiti in tutta Europa attorno alla fine della prima guerra mondiale, prima della quale ben poche erano le armi in circolazione).

Notare anche che questo argomento, se qualcuno volesse veramente portarlo avanti, significherebbe che gli americani sono semplicemente più violenti degli europei. Perché? Perché si! Molto, molto scientifico.

Un altro sistema di manipolare i dati riguarda la presentazione di tabelle "incomplete" ovvero dire, come fanno
Gary Mauser (un nome un programma) e Don B Kates nella loro "ricerca" chiamata: 


La risposta breve è: "ma certo, coglione" ma visto che stiamo discutendo, volevo mostrarvi alcuni dei falsi argomenti utilizzati per difendere la loro posizione (che ovviamente è "no, eliminare le armi da fuoco non ridurrebbe assolutamente gli omicidi! Come potrebbe?")

Mauser&Kates mettono in una tabella il numero di omicidi avvenuti in Russia e dicono: la Russia ha uno dei più bassi livelli di armi da fuoco per persona (dimenticando colpevolmente di aggiungere che la Russia ha il più grande mercato nero di armi del mondo) e paragonando la Russia del 2002 (Pil procapite di 9000$) con gli Stati Uniti del 2002 (Pil pro capite 37.000$).

Non proprio il modo giusto di paragonare qualcosa.

 O ancora i due insistono che il ban delle armi in U.K ha aumentato, invece che ridurre, i crimini violenti rispetto agli Usa, che invece li hanno ridotti.  Chiaramente sono cazzate, basta guardare questo grafico: 

I crimini violenti in U.K raggiungono un picco nel 1995 e poi scendono. Da notare la differenza fra il numero di omicidi fra Usa e U.K una differenza del 400% a sfavore degli Usa.
Un' altra affermazione che va molto di moda è che se ci fosse un miglior servizio di sanità mentale pubblica, allora i pazzi non sarebbero più tanto pazzi, e non sparerebbero in giro. Un punto di vista condivisibile, se non fosse che a sostenerlo sono proprio i repubblicani, che osteggiano il modello di sanità pubblica europeo, definendolo senza tante manfrine "comunista".  


Devo tradurre?



E volevo finire con un colpo da maestro se mi passate il termine. Ho deciso di sottotitolare il discorso fatto da Wayne Lapierre subito dopo il massacro di Newtown, per farvi capire quanto siano stupide le motivazioni della lobby delle armi.  (per far partire i sottotitoli dovete selezionarli)








Sentite quale sarebbe per questo tizio la soluzione ai massacri?  Ma ovvio!

 Più armi! Mettiamo degli agenti di fronte ad ogni cazzo di scuola, in modo che il bastardo di turno semplicemente decida di fare un massacro in una piazza, un supermercato, o anche per strada, tanto negli Stati Uniti nessuno dice un cazzo se porti un mitra per strada, ma ti arrestano se fumi.

Se date retta a loro spenderete una marea di soldi, nell'ordine dei miliardi di $ per addestrare e pagare migliaia di militari di fronte alle scuole (togliendo quei soldi all'educazione, alla sanità e ad altre cose veramente importanti) e non avrete ottenuto un bel cazzo di niente

 Questa gentaglia ha utilizzato una strage di bambini come opportunità per ingrandire il proprio giro d'affari. 



 Kurdt
Posta un commento