mercoledì 27 ottobre 2010

De utilitate copyright et De amenitates piratorum

Sono due giorni che combatto in un famoso sito italiano che tratta di informatica contro un branco di imbecilli.

Esistono degli argomenti che fanno spuntare fuori gli imbecilli, è più forte di loro, come tanti cagnolini di Pavlov, iniziano a sbavare al suono di una campanella.

In questo caso la campanella è stata la parola "COPYRIGHT" che è seconda solo a : "LINUX" per attirare fessi.

Intanto devo spiegarvi che secondo me, il lavoro intellettuale è da considerarsi un vero e proprio lavoro, alla stregua dello scalpellino, richiede fatica e tempo per dare qualche frutto, e come scrisse S. king:

"Per diventare un buon scrittore bisogna scrivere per 4 ore al giorno almeno"

A me sembra giusto che questo ipotetico artista riceva un compenso per quello che fa, si può discutere sulla lunghezza del copyright e sul modo di pagare qualcosa, ma non sul concetto di base che il lavoro debba essere pagato.

Avevo già scritto in parte come la pensavo sulla pirateria qui , ma volevo ampliare il concetto.

Mi sono saltati addosso in massa quando ho detto che era equo un copyright di 20 anni dal momento della prima edizione e  con un prezzo ridotto al 10-20% di quello attuale, ma, ho aggiunto che con questa politica non ci si poteva più lamentare dei Drm, con un copyright a 20 anni , tutti i libri scritto prima del 1990 sarebbero già free,cazzo.

Un utente coglione cercava di sostenere che, una volta che veniva pubblicato qualcosa, era giusto non pagarlo e copiarlo a ripetizione, senza comprare mai NIENTE di niente, nemmeno con prezzi ridotti all'osso ed un copyright quasi inesistente.

Ecco, questa categoria di persone sono da bruciare sul rogo, visto che sono delle patetiche zecche del cazzo, capaci solo di arraffare quanto più possibile, come cavallette, perchè io capisco il regazzino o quello che manco lavora, che non hanno i soldi materiali per comprare un cazzo, ma se ti metto nelle condizioni ideali per smettere di piratare, cazzo, abbi l'intelligenza di smetterla, porco dio.

Perchè la morte del mercato, è un danno per gli utenti, che poi siamo noi/ voi /essi /elli.

Detto questo sappiate che sono riuscito a trovare un nuovo contratto, e quindi posso rimanere a crogiolarmi al sole delle canarie, anche se devo ammettere che un pò l'italia mi manca, diocan.

Kurdt

15 commenti:

Sciuscia ha detto...

Tsk, gente di merda. Io sono un piratone da paura, ma se venissero fornite le condizioni UMANE per avere un prodotto senza dover lavorare un mese conto terzi, le sfrutterei, altro che.

Esempio film: mi fai pagare un euro per vedere il film recente in streaming HD con download bloccato? E chi cazzo me lo fa fare di sbattermi a scaricarlo!

kurdt ha detto...

Io i dischi di jazz che mi piacciono li compro, sono sempre a costi stupidissimi, tipo tutte le opere di Benny Goodman a 30 euro (22 cd rimasterizzati), o roba del genere, i videogames li compro da steam quando ci sono le offerte, i film per la maggior parte li scarico, anche se spesso li nolleggio :)

Il problema è che per troppa gente, l'unico prezzo umano è 0.

c902837 ha detto...

Il problema è che per troppa gente, l'unico prezzo umano è 0.
_____________________________
Se possibile per parecchi il prezzo umano è addirittura negativo.

Mi spiego: da qualche annetto (probabilmente in linea con l'upgrade delle adsl) vanno di gran moda le comunità di download a link diretto dove si usano servizi di hosting che garantiscono soldi per ogni TOT download ottenuti.

In breve.. non solo scaricano a manetta ma parecchi lo fanno per poi usare questi servizi sperando addirittura di lucrarci sopra.
E spesso in questi siti si assiste a flame spassosissimi su chi mette per primo certi film/musica/quello-che-è perchè la "concorrenza" toglie download, quindi ipotetici soldi.

Cioè, questo è essere zecche al quadrato.

kurdt ha detto...

Guarda, la discussione ed i commenti sono tutti qui,
http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3017856

Io sono kurdt come sempre, addirittura un utente a cui avevo dato della zecca, si è ri-iscritto al forum per darsi questo nome e potermi rispondere con quel nick.

Quello che mi stai raccontando mi fa inorridire, perchè posso ancora capire il fesso che contrabbanda una pseudo idea di libertà culturale e stronzate varie, ma quello che cerca addirittura di lucrare su qualcosa che non è manco suo.

Non ho parole, solo bestemmie.

Nel caso trovassi qualche flame di questo tipo, ti prego di passarmelo, che sono un attento studioso delle contraddizioni dei fessi.

Emix ha detto...

Penso che l'italia ti manchi giusto perchè vivi fuori. La nostra mente è fatta così, che possiamo farci.
Comunque è bene astenersi dal colloquiare con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza, che è una citazione di non mi ricordo più chi oltre al motivo fondamentale per cui non frequento i forum di siti che trattano informatica.

kurdt ha detto...

L'italia in realtà credo che non mi manchi troppo, mi mancano gli italiani, per quanto suoni strano.

Peccato che quelli stessi italiani che mi mancano, non abbiano un lavoro sufficientemente ben pagato per me.

Ah, era oscar wilde, misogino e irlandese.

Emix ha detto...

misogino e irlandese sarai tu, io sono solo misogino :)

Yaxara ha detto...

"Intanto devo spiegarvi che secondo me, il lavoro intellettuale è da considerarsi un vero e proprio lavoro, alla stregua dello scalpellino, richiede fatica e tempo per dare qualche frutto"
Meno male che c'è qualcuno che lo riconosce! Grazie per l'affermazione, hai reso la mia giornata più degna.
Però non possono mancarti gli Italiani, su. Pensa per chi vota la maggioranza dei compatrioti...

kurdt ha detto...

Credo che gli italiani mi manchino perchè, nei primi 24 anni della mia vita ho selezionato un numero risibile di persone eccezionali, che amo e rispetto oltre ogni cosa, e quando penso agli italiani penso a loro, un miserabile zero virgola della popolazione generale.

Sul fatto invece, che votino un satiro minorato mentale e sbruffone, cosa pretendi?

E' il nostro specchio, purtroppo.

Un_utente_coglione ha detto...

Non c'è nessun bisogno di ri-iscriversi al forum, basta solo scrivere con un altro nick, non registrato.

E ora dimmi dove avrei cercato di lucrare, secondo te.

kurdt ha detto...

Difatti lucrare non era riferito a te, ma al commento di C902837 che mi faceva notare che esistano servizi che permettono all' utente addirittura di guadagnare dal materiale copiato.

Un_utente_coglione ha detto...

E se volessi poi rivedermelo una seconda volta? Ti aspetti forse che paghi di nuovo?

Sciuscia ha detto...

Io preferisco pagare un euro per vedere un film una volta, che 20 euro per tenermi il DVD sullo scaffale.

lavos ha detto...

Ti spiacerebbe rimuovere le bestemmie dal post?

Sono solo fastidiose e offensive.

kurdt ha detto...

Mi spiacerebbe.

Però credo tu debba sapere perchè non le tolgo, giusto per non sembrare un insensibile patacca.

Quelle bestemmie non sono riferite al tuo dio, qualunque esso sia, ma al mio.

Ora il caso vuole che io non creda in nessun dio, quindi non sono rivolte a nessuno in particolare.

Ehi, poi non dimenticare, il tuo dio probabilmente è un agnello, o comunque viene rappresentato anche così.

Il mio è un maiale.