sabato 4 febbraio 2012

I libri più belli dell'universo conosciuto II

                                        Canned Heat, on the road again, premi play e godi.

Questa è la seconda volta che vi delizio con la mia rubrica dove recensisco i libri più belli della storia descrivendoli come cazzo pare a me.

Iniziamo la classifica di questa settimana con un opera fondamentale della letteratura :

Herman Melville : MOBY DICK :

Ismaele  è un giovane Tunisino di vent'anni con un sogno, sfondare nell'industria del porno.
Nel Pequod, un gay bar nelle antille francesi incontra un regista di film Porno orbo e senza un braccio a causa della masturbazione compulsiva. Il regista  propone a Ismaele una parte molto impegnativa, dovrà fare sesso con un'attrice inglese chamata Moby, moby è albina e pesa 350 kg.
Epica la scena della monta di moby con Achab che la uncina per fermarla e tutta la troupe che inneggia ad ismaele "Arpionala! Arpionala!Arpionala".

Ismaele viene assorbito dalla vagina di moby, della capacità di un trilocale , la leggenda e sparisce per sempre, la leggenda vuole che viva ancora li e abbia cambiato il suo nome in Giona.
Libro consigliatissimo sopratutto ai più piccoli.

Stephen King : Il figlio Verde :

Un agricoltore negro dell'Alabama, John Coffee viene arrestato e condannato a morte per immigrazione di semi clandestini.
"Il mio miglio.."  "avete preso Il mio miglio!" dice Coffee al giudice Morgan Freeman che risponde in una delle scene più toccanti del libro :


"Signor Coffee, avrebbe dovuto pensarci prima d'importare quella partita di miglio dal Messico, non poteva coltivare qualcosa di legale, che so, piante di coca?"
"Era come un figlio per me! un figlio verde"
Rinchiuso nel carcere di massima sicurezza però diventa amico dei secondini, che cura dalla diarrea che li aveva colpiti utilizzando solo una cassa di limoni.
Senza spremerli.

Consigliato a tutti.

Isabel Allende : La Casa degli spiriti

1919 Una famiglia cilena residente a Chigago, illinois, vede distrutta la propria distilleria dagli effetti del proibizionismo, ma non si arrende e decide di spostare la distilleria nel sotterraneo di casa, dove vive il fantasma di Clara, una vecchia trisavola della famiglia, nota beona.



P.s.
Avete altri libri che volete che io recensisca? scrivetemi e chiedetemelo, se mi piace il titolo magari lo faccio.

Il blog che piscia in testa ai negri e ai razzisti.