venerdì 16 gennaio 2015

Sceme di guerra




Hanno liberato le due ragazze, sicuramente è stato pagato un riscatto. Quanto, ehi, non ci è dato saperlo, possiamo sapere però un altra cosa, come verrà speso. Possiamo essere sicuri che ogni singola moneta di quel riscatto verrà speso in bombe, fucili, esplosivi. E mezzi per ammazzare più gente possibile, più nemici possibile.

Detto questo, a differenza di tutta quell'immondizia che appesta facebook, sono contento che le due ragazzine siano vive.

Solo una mia impressione oppure qualsiasi informazione venga data in pasto alla folla, il risultato è sempre lo stesso?

"Liberate le due italiane ostaggio dei siriani"

"Morte dodici persone a Parigi"

"Napolitano si caga addosso"





Viene fuori sempre lo stesso suono. Con il risultato che, anche in casi per i quali sono d'accordo con la posizione di una determinata categoria, a guardar bene, sono in disaccordo. Per qualche tempo ho anche pensato d'essere io l'isolata testa di cazzo, visto il mio curriculum ci poteva ben stare. Poi c'ho pensato bene e ho deciso che, no, le teste di cazzo sono gli altri.

Ma immagino sia quello che dice qualsiasi testa di cazzo.

Comunque l'ultima occasione di percuotersi il petto e urlare la propria opinione ributtante all'internetto è stata la liberazione delle due ragazzine italiane rapite da un qualche gruppetto di deflora capre siriani. Da quello che ho capito queste due povere decerebrate devono aver pensato che era perfettamente okay prendere e partire per una zona di guerra a "dare una mano". Non importa che non conoscessero l'arabo, non avessero nessuna preparazione medica, non sapessero fare una beata minchia di niente utile ad una popolazione sofferente.

Due diciannovenni che volevano la loro "grande avventura", e come tutti i  ventenni non hanno ragionato molto sulle possibili conseguenze delle loro azioni.

Due diciannovenni normali, insomma.

E questo è il primo punto su cui sono in disaccordo con le scimmie di facebook. Perché io non speravo che queste due poveracce morissero e sono sinceramente contento del fatto che siano vive e siano tornate in Italia in un modo o nell'altro, mentre sento strillare:

Sono delle coglione che potevano lasciare a marcire

Peggio per loro, sono troppo stupide per meritare compassione

Io non avrei mai fatto qualcosa del genere, peggio per loro. Non è giusto che soldi pubblici vengano spesi per loro. 

Secondo la logica di queste persone, se commetti uno sbaglio potenzialmente fatale e puoi essere aiutato con l'utilizzo di soldi pubblici, allora non bisogna aiutarti, perché è colpa tua.

Togliamo il diritto al sistema sanitario nazionale per i fumatori e i grassi allora. Avete idea di quanti soldi costino i vizi delle persone? Avete idea di quanti soldi vengano spesi per i Bypass dei cocainomani? E quelli che si fanno investire attraversando la strada? O che sono rimasti fulminati infilando le dita nella presa di corrente? Guidava senza cinture, non lo curate. 

Io riconosco che si possa sbagliare, e sono disposto ad ammettere di aver commesso io stesso degli errori potenzialmente fatali, o che sarebbero stati costosi per la società se non fossi stato abbastanza fortunato. E penso che, se non avete mai commesso errori grossi siete sicuramente persone noiose.

E questo è il motivo per cui ho provato pena, umanamente, per le due povere stronze rapite dagli incula capre. Pena per due persone  che avevano commesso un grave errore e non avevano avuto la stessa fortuna che avevo avuto io, in occasioni analoghe.

E penso a quella volta che volevo fare il divertente con un poliziotto egiziano armato di mitra.

Non fate mai i simpatici con un poliziotto egiziano armato di mitra, tendono a non avere molto senso dell'umorismo quegli stupidi bastardi. 

Eppure non sono d'accordo neppure con quelli che erano d'accordo con il pagamento di un riscatto pur di riportare le due ragazze a casa. E non sono d'accordo con il pagamento di un riscatto in casi come questo perché i soldi pagati verranno investiti tutti in questo:



E ad occhio e croce con quello che avranno pagato avranno modo di comprarne parecchie di queste amenità. E oh, certo che dicono di non aver pagato nessun riscatto, abbiamo firmato accordi internazionali su cose del genere, proprio per evitare che i terroristi abbiano ancora più soldi per rapire ancora più persone.

Il ministro dice la verità, abbiamo inviato una cassa di biscotti colussi al recapito dei terroristi, questi hanno apprezzato e da buoni musulmani ci hanno ridato le ragazze.
Incredibile come tutti gli ostaggi inglesi e americani invece tornino a casa con un taglio netto all'altezza della seconda vertebra del collo, chissà come mai.

Evidentemente non hanno i biscotti che piacciono ai terroristi.

Noi invece abbiamo quello che i terroristi vogliono. Anche se funziona solo quando gli ostaggi sono donne, quando sono uomini invece gli sparano in testa. Non so se ricordate. Evidentemente in quel caso avremo utilizzato biscotti della Coop, roba economica.

Evidentemente qualcuno ha pensato che un ostaggio italiano decapitato si poteva accettare, due ragazzine poco più che maggiorenni invece no. Sorry Baldoni, dovevi nascere con le tette.

Una cara amica mi ha detto che:

"Però, si fosse trattato di tua sorella avresti sicuramente voluto che lo stato pagasse il riscatto"  E ovviamente è vero, si fosse trattato di mia sorella o della mia ragazza, avrei sicuramente voluto che il riscatto venisse pagato. Ma se è per questo baratterei tutta la popolazione del Perù in cambio della vita di mio fratello, quindi?

Quello che è il mio interesse personale, non coincide per forza con quello che è l'interesse comune. Il vero problema è che molti stanno ragionando sui soldi e non, come dovrebbero, su quello che verrà fatto con quei soldi. Diciamo che sono stati pagati due o tre milioni di dollari per salvare le due ragazze. Diciamo che con due milioni di dollari compri abbastanza esplosivo per ammazzare, toh, due o tremila persone.

Ora mettete su una bilancia queste due ragazze e centoquaranta bambini. Salvereste le due ragazze o i centoquaranta bambini? Non potete salvare tutti, questa è la realtà. Io avrei salvato i bambini.

Ecco perché non bisognava pagare il riscatto.

Perché non devono succedere cose come questa.

Kurdt
Posta un commento