lunedì 24 ottobre 2011

Bloggers II La blogfest

      INTRODUZIONE

“Ciao Riva del Garda,
sono molto contento e onorato di ricevere questo premio.”

Queste sono state le parole di Giuliano Pisapia subito dopo aver scoperto di essere il vincitore di un premio come miglior venditore di aria fritta.

Questo è invece il modo che hanno i nostri eroi di presentare se stessi, la BLOGFEST (La SBROCFEST d'ora in avanti) l'evidenziato è il mio commento:



L’evento che riunisce, ogni anno, tutto ciò che in Italia gravita attorno alle community della rete, che abbiano origine dai blog, da Facebook, da Twitter, dalle chat e dai forum e da qualsiasi altra forma sociale di comunicazione.

Che riunisce tutto, capite TUTTO ciò che gravita attorno alla rete e qualsiasi forma sociale di comunicazione, siano essa i segnali di fumo o una comunicazione privata fra vostra sorella e vostra zia riguardo una cura per le emorroidi.  Categoria “I cazzi tuoi”.


Tra gli appuntamenti: conferenze, dibattiti, installazioni, presentazioni, concerti, premiazioni, giochi.
Un grande spazio di socializzazione all’aperto, ad ingresso gratuito, nel quale incontrarsi, conoscere i protagonisti della rete.
I protagonisti della rete!cazzo! Gli oscar della rete diomaiale! Andiamo tutti insieme a gettare fiori su questi grandi protagonisti, ve li farò conoscere questi “protagonisti”.


E ricordatevi del termine “protagonisti” perchè è ricorrente.

Ogni anno si svolgono due grandi conferenze al quale partecipano – e hanno partecipato – i più noti personaggi della blogosfera e del giornalismo.

Massimo Mantellini 

Massimo mantellini fra tutti è il più decente, anche se a volte è di una noia mortale, ma quantomeno ogni tanto riesce a far ballare i concetti e creare qualcosa di nuovo, l'unico che non getterei dalla torre.

Diletta strozzangeli (Nickname che gli ho dato io)

è incapace persino di scegliere un accostamento di colori che non faccia esplodere le pupille al lettore, immaginatevi voi il resto.Ascolta Tiziano Ferro oltretutto.


Scrive praticamente solo di cose che ha già letto in giro da qualche parte, nessuna analisi  complessa per dire, niente di niente, il vuoto pneumatico, ma non è finita qui, il vuoto pneumatico circondato da una comprensibilità scadente. A capo messi a caso, virgole gettate dalla finestra e tanto altro ancora.


 Uno che si fa chiamare "Funky professor in the web" e avrei già detto tutto, ma se volete tuffarvi anche voi nel fantastico nulla di questo "professore" cliccate pure sul link.
Non troverete in nessuna degli ultimi post alcunchè di interessante, solo una lunga serie di presenze e partecipazioni, date e ovviamente, la SBROCFEST, un professionista della presenza web, zero contenuti, ZERO.

Guardate il numero di commenti per capire concretamente il livello della conversazione  di questo "giornalista" e paragonatelo con gente come Uriel, poi sappiatemi dire.


Nel corso delle tre giornate, nelle piazze e nei luoghi più affascinanti di Riva del Garda, si susseguono una serie di BarCamp a tema: ogni camp è autogestito e ha il suo wiki di riferimento attraversi il quale potersi iscrivere, proporre il proprio speech da 15 minuti e conoscere tutto quello che accadrà durante ogni singolo BarCamp.




Questo potrebbe addirittura essere interessante, se i blog camp avessero argomenti interessanti, invece, guardate con cosa abbiamo a che fare : 

                                                                     FOOD CAMP

Discussioni sul cibo. Perchè c'è bisogno di riunirsi tutti assieme e parlare di braciole e costolette,  piuttosto che a mangiarle-
Come dicevo nel precedente post sull'argomento, i food blogger sono una delle categorie che disprezzo di più.


                                                                         Music Camp.

E qui l'idea sarebbe persino interessante, visto che in teoria si potrebbero andare a sentire persone  che suonano live , figata! Magari scopriamo il nuovo Hendrix!

E invece no. (Come direbbe elio)

Figata sarebbe, si, ma solo in teoria, visto che la lista di tutti quelli che suoneranno è questa, a giudicare dalla loro Wiki, due persone. 

DUE PERSONE CAZZO! considerando che il limite per suonare è di dieci minuti a persona, fanno venti minuti di musica live, wow, già mi vedo la scena, quindici persone ad ascoltare, due poveri stronzi attaccano il jack all'amplificatore, danno volume, esplode l'amplificatore. Applausi d'incoraggiamento del pubblico (sette persone) completamente coperti dall'ululato dell'amplificatore morente. Nel frattempo attaccano anche i microfoni, che per non essere da meno vanno in Larsen, allontanando tutti nell'arco di duecento metri.

I due si esibiscono a cappella di fronte a due superstiti, mentre tutti gli altri si allontanano verso lo stand di slow food che inizia a distribuire le porzioni di macrobiotico (15 grammi di Seitan a testa)in attesa che suonino i frontman della serata, i lavalava boys.
Ma non fermiamoci qui e continuiamo la nostra discesa nell'averno.

 Il resto della roba è merda ancora peggiore, e ho detto tutto.


Un kindergarten attrezzato, sorvegliato e gratuito per tutti i bambini che accompagneranno i loro genitori al festival.

Muahahahahahahahahahrararararararaaahahahahaahahah  cazzo che ridere! quasi mi piscio addosso dalle risate oh, a momenti  uè.

Questo è umorismo chic che cerca di far passare il messaggio :

"Noi siamo diversi, noi siamo alternativi, perchè qui sono i poppanti a trascinare i genitori, mica seghe ehi! figata alternativa nucleare wow" 


E invece no, signori, siete tali e quali agli altri, con l'aggravante di essere ancora più stupidi.

Le serata evento del sabato sera è dedicata, ogni anno, alla cerimonia di premiazione dei Macchianera Blog Awards: i trofei che premiano i migliori e siti e blog della Rete italiana.



Di questo ne parlerò in seguito.

A seguire il DJ-Set sotto le stelle con la musica suonata da Fabio De Luca.
E poi ancora: aperitivi, degustazioni, concerti, giochi e momenti di cazzeggio organizzato e non.
Riva del Garda, completamente wi-fizzata grazie al “Progetto L.U.N.A.”, darà la possibilità a chiunque di connettersi o raccontare in tempo reale la manifestazione, condividendo foto e video dei momenti più significativi della BlogFest.


"Raccontare in tempo reale la manifestazione". Suona figo no?
Invece è una merdata galattica.

Per raccontare qualcosa, a meno che tu non decida di ripetere a pappagallo quello che si Dice/Fa/suona, hai bisogno di tempo per digerirlo, analizzarlo e comprenderlo, raccontare "in diretta" qualcosa è una fesseria figlia del "webbz 2.0".

Piuttosto installate delle cazzo di telecamere, che quegli scarti umani con la tastiera non mi servono a nulla, non ho tutto il tempo del mondo


Un blogger 2.0 si prepara a dare il suo punto di vista.
I partecipanti potranno prenotare il proprio soggiorno grazie alla Rivatour (www.rivatour.it) e a Garda Trentino (www.gardatrentino.it) che si occuperanno di accogliere tutti i partecipanti nelle strutture alberghiere, rispondendo ad ogni tipo di esigenza e con prezzi per tutte le tasche.

Pagate, merde.I più poveri invece vadano in tenda sulla spiaggia, così appena si alza la marea li affoga e abbiamo finalmente qualcosa d'interessante da raccontare.

BlogFest: una festa, una gita di classe della “rete”, un raduno, puro divertimento.
Una classe di Ritardati si, ma alternativi.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ehi, questa era solo una traduzione fatta alla ben'e meglio dalla loro lingua, lo sbroccolese, alla nostra, l'italiano, lingua a loro sconosciuta.

Ma in ogni caso era solo l'antipasto, andiamo avanti che vi porto il primo il secondo e il dolcetto.

            LA PORNFEST & I BOCCHINI DI MACCHIANERA


La forma del logo è inconfondibile, è evidentemente una nerchia pronta ad essere ciucciata.
Incipit


La cerimonia di premiazione della settima edizione dei “Macchianera Blog Awards”: migliori siti e blog scelti e votati dagli utenti della rete. Presentano: Andrea Delogu e Gianluca Neri.

Questa è la spettacolare introduzione di quello che è il cuore di tutta la sbrocfest, ovvero le PREMIAZIONI.

"Le premiazioni" dei "Protagonisti" con la p maiuscola, la p di :

                             PORCAMADONNA CHE MERDA.

E badate bene che la mia non è semplice invidia, non sto studiando da vincitore di blogawards,  sono semplicemente stupito.
 "Questi tizi hanno fatto una manifestazione per farsi i bocchini tra loro " mi dico.

E la verità è che si, sono proprio questo, una comunità di tizi che si è presa fottutamente sul serio, tanto da creare una competizione anche dove la competizione non dovrebbe esserci, ovvero nello scambio di informazioni ed idee.

Ma cosa fate, prima andate cianciando a vanvera che la rete e democrazia, che rende obsolete un sacco di pratiche del passato, che permette di entrare in contatto anche a gente che non si conosce, e poi siete pronti a tirare su una festa piena di SPONSOR discutibili, comportandovi come il primo sarcicciaro di smadonnate sul greppio (In provincia di Riccione) alla sagra della sopressata?.


La sagra della sopressata che è poi quello che vi tiene assieme in realtà, unendo sensibilità così diverse sotto lo stesso comune denominatore, ovvero, signori, lui.
                                       IL BOCCHINO

Un importante blogger satirica vota per i macchianera nella categoria "cucina".


Non starò nemmeno a criticare il vostro ridicolo sistema di voto, per il quale chiunque voti deve votare in tutte le vostre seicentododici categorie, dimostrando una conoscenza enciclopedica di tutti i blog dell'universo.

Non starò nemmeno a spiegarvi quanto sia stupido aspettarsi che una persona con una vita, un amante o financo un gatto, riesca a leggersi e farsi un idea su un numero così sterminato di siti, anzi, sapete che vi dico? che ho calcolato il tempo per votare "Coscientemente" in tutte le categorie.

29 categorie con 10 scelte possibili per categoria, fanno 290 blog da leggere.

Calcolando che per farsi un idea minima di come scrive qualcuno occorre leggere almeno un paio di pagine scritte dallo stesso, diciamo che occorreranno almeno 10-15 minuti a blog, per farsi un idea, dieci minuti moltiplicato per 290 fa esattamente 2900 minuti ovvero più di 48 ore solo per valutare tutti i blog. 

Ovviamente la maggior parte dei vostri visitatori se ne fotte e vota perfettamente a caso in 28 categorie, votando solo nella categoria che voleva.

Al massimo avete ottenuto che la gente "comune" votasse seguendo le indicazioni di voto dei blogger più grossi, quindi niente di diverso dal mondo reale, quando invece va male, (e va male) avete ottenuto una pioggia di voti dati completamente a cazzo, potevate mettere un branco di scimmiette con dei pulsanti, soluzione che vi si addice perfettamente.

"Un utente della blogosfera decide se dare il voto a "Anonimous o Agcom in base a complesse valutazioni metafisiche di carattere semantico.



Insomma sono arrivato alla fine di questi due post riguardo la blogosfera, e alcuni di voi, sopratutto se arrivate da Macchianera e dintorni, crederete che io sia uno livido di invidia e rabbioso, ebbene no, sono solo uno che s'è stancato di dover schivare i vostri blog, annidati in ogni dove, mi sono stancato della satira di spinoza, passata come la "vera satira alternativa", mi avete rotto i coglioni con berlusconi, cari i miei Metilparaben, mi avete rotto il cazzo cari i miei blog letterari delle mie due artistiche palle, mi avete scartavetrato le gonadi, voi scimmiette, che avete votato :

1)Il fatto quotidiano
2)Repubblica
3)Il corriere della sera

Come migliori testate online.
 Siete solo dei criceti, come direbbe I&I :

Alla blogfest dobbiamo andare! ma dobbiamo andare verso destra o verso sinistra?

Ah, per finire volevo dire un ultima cosa:


                                         A me di Simoncelli non mi frega un cazzo.

Posta un commento