lunedì 30 luglio 2018

Ryanair fa schifo



Ryanair *Fixed





Sono tornato  in Italia venerdì mattina da Rodi. Splendida isola, bella vacanza. Ah, saremmo dovuti ritornare mercoledì, ma Ryanair ha deciso che, visto che l'isola era tanto bella, il clima così buono, il mare azzurro, potevamo anche stare due giorni in più.

 "Andiamo, il gate è il numero 15, sbrigati, sai com'è RyanAir, se arrivi in ritardo ti chiudono il gate e poi ci tocca tornarcene in Italia a nuoto"

"Mancano ancora due ore alla chiusura del gate, tranquilla"

"Col cazzo son tranquilla, il mese scorso hanno mollato me e tutte le amiche della sposa a terra perché avevamo fatto cinque minuti di ritardo, Malaga l'ho vista solo in cartolina. Quindi, meglio due ore prima che un giorno in più a Rodi."

Così ci mettiamo in fila per i controlli sicurezza. L'addetto al controllo dei biglietti ci ha guardato con commiserazione e ci ha lasciato passare. Avrei presto capito il perché di quello sguardo, per il momento ero solo felice, tutto stava andando alla perfezione, la vacanza era stata una botta di salute, ero riuscito a dimenticarmi delle rotture di coglioni per una settimana. Tornavo in patria pronto ad incrociare le lame con satanasso in persona, fosse stato necessario.

Non avevo previsto tutto.

"Dici che ci fanno passare con tutta quella roba che hai in valigia?"

" potrebbero considerare la scacchiera in metallo un arma contundente?"

"Non credo. Però la lattina di borlotti greci  è da annoverare tra gli esplosivi."

"Solo dopo l'ingestione però"


Passaggio sicurezza,  superato. Sullo schermo il volo FR4992 viene dato in orario, gate numero 15. Ci buttiamo a sedere per terra, attaccando il telefono ad una presa dell'aeroporto, ogni tanto mi alzo per controllare che il gate non cambi, nessun problema. Mancano 20 minuti all'imbarco, sul monitor del gate appare brevemente la scritta:

"Bergamo"

"E tu che ti preoccupavi per lo sciopero di RyanAir, hai visto? Lo sapevo che saremmo partiti!" Mi dice Valentina tutta contenta. Anche io, malgrado il mio scarso ottimismo comincio a pensare che forse saremmo riusciti a salvare capra e cavoli.

Quindi l'orrenda scoperta, preannunciata dall'accumularsi di persone con fattezze teutoniche in fila al
nostro gate. corro al monitor per assicurarmi che l'imbarco fosse imminente e cosa vedo? :
RyanAir ovviamente non ha avvisato in anticipo manco per il cazzo. Surprise!

 


Maporcaputtana troia di quella vacca mignotta stronza puttana di Eva. Mannaggia la zoccola fracicata delle compagnie aeree, soprattutto quelle della maledetta troia puttana schifosa disgustosa laida irlandese terra di scoreggie merdose. 

Mentre tornavo camminando al gate, ho ritrovato la calma elencando minuziosamente tutte le divinità che conoscevo accoppiandole con tutti gli animali Eucarioti che mi venivano in mente, dalla A di "Afide" alla Z di "Zibellino"

Valentina aspettava con la valigia in mano e lo zano in spalla.

"Beh, allora?" Mi ha chiesto.
"Non parte"
"Come non parte? Smettila con le stronzate, dobbiamo cambiare gate? Dai, sul serio, mica sono venuta qui per guardarmi l'aeroporto eh "
"No Vale, davvero, c'è poco da fare, siamo a terra, non parte, i piloti hanno scioperato quindi l'aereo non parte, siamo fermi"
Si fida così poco di me che ho dovuto trascinarla fino al tabellone e mostrarglielo.

"Ma non ti preoccupare, devono comunque portarci a casa, in qualche modo. E trovarci un posto dove dormire. Ehi, devono anche darci da mangiare e da bere, dopotutto potrebbe non essere così male" Le dico. Ma sentivo il forcone rovente insinuarsi tra le mie chiappe.

A quel punto siamo scoppiati a ridere.

"Alla fine non ci va poi così male, domani non abbiamo niente d'importante da fare in fondo. Dai, che magari troviamo anche il tempo per farci un altro bagno a mare" 

Così abbiamo cominciato a cercare il desk di RyanAir dove chiedere al personale di terra cosa diavolo avremmo dovuto fare. Una cortesissima Hostess di una compagnia greca mi ha accompagnato. Ed ecco la prima scoperta, il Desk di RyanAir è un ufficio condiviso da  altre sedici compagnie. Comunque mi avvicino e chiedo, cortesemente, cosa diavolo dovevamo fare.

"Buonasera, il nostro volo è stato cancellato, siamo bloccati qui a Rodi,  in quale albergo ci mandate a dormire? E per i panini, cortesemente, evitate le melanzane, sa, sono allergico. Magari muoio. Un cliente morto non è un buon cliente. E immaginate la pessima pubblicità che ne verrebbe fuori?

 -Passeggero Ryanair muore a Rodi per una Mussaka di troppo- 

No, suona male, evitate le melanzane. E già che ci siete, anche la tzatziki, ne abbiamo mangiata a vagonate, oramai non riesco più a distinguere quello che esce dal mio corpo da quello che entra"

"Ah vi hanno cancellato il volo? Che sorpresa. Beh, noi non possiamo fare niente, dovete sentire online, noi non possiamo aiutarvi"

"Come non potete fare niente? Su, non credo che evitare di mettermi le melanzane in un panino sia una cosa così difficile, soprattutto se pensate all'esito opposto, la mia dipartita da questo pianeta."

"Forse non mi sono spiegata, non possiamo trovarvi una sistemazione per dormire, la politica di RyanAir è di venire contattati solo online."


"Eh, ma è un ora che cerco di contattarli via internet, attraverso quello che chiamano Live Chat, ma non c'è modo di parlare con nessuno, appare costantemente la finestra:


" - I nostri operatori sono occupati, attenda cortesemente due ere geologiche -"

"Eh, caro mio, non possiamo fare niente, ci pagano per fare altre cose"

"Tipo?"
Ho chiesto io, chiedendomi ingenuamente quali cose fossero più importanti dei propri clienti.

"Altre cose, non sono autorizzata a discuterne con lei. Senta, sa cosa deve fare? Prenoti un altro volo e torni a casa per i fatti suoi, conservi lo scontrino che RyanAir le rimborserà le spese, anche quelle del cibo eh, tranquillo" Dopo aver detto così la simpatica signora ha guardato verso i colleghi e ha fatto  così.



Il detective che vive dentro la mia testa a questo punto ha avuto il sospetto che mi stesse prendendo in giro.

"Quindi signora, mi sta dicendo che dobbiamo accamparci in aeroporto e non possiamo fare niente, malgrado la legislazione EU sui diritti dei passeggeri dica chiaramente che dovete trovarci un posto dove dormire e un aereo per tornare a casa? Questo è quello che mi sta dicendo?"

"Le sto dicendo che la nostra compagnia ha una politica che consente il contatto solo online o telefonicamente"

Ah benone, mi dia questo numero di telefono allora, così almeno provo a chiamarli, non sia mai rispondano"

La simpatica signora, adatta al servizio clienti quanto io lo sono all'addestramento delle scimmie da riporto, scribacchia il numero su un pezzo di carta





"Con tanti carissimi saluti"










Perché rispondono, vero?"  Ho detto io. Lei ha risposto così:



Anche io a quel punto ho capito che eravamo nella merda fino al collo. Merda Irlandese.

Si erano fatte le nove di sera, ma non perdevo la speranza, avevo un numero di telefono da chiamare, così ho provato a chiamarlo. Era spento. Avete presente quando provate a fare una chiamata e non squilla? Ecco. Dopo il tentativo numero 73 ho capito che non avrebbero mai risposto. Non perché volevano evitare di rispondere, poverini, né perché avessero deciso volontariamente di bloccare tutte le telefonate in arrivo, terrorizzati dal pericolo di dover aiutare centomila persone. Ci ho pensato a fondo ed ho capito che la colpa era tutta delle compagnie aeree tradizionali.Avevano mandato un battaglione di terroristi murini ad impedire che la buona RyaAir accudisse i propri adorati clienti come voleva sicuramente fare.

Ed ecco a voi Lufthansa Von Rat il malefico rosicchiatore di cavi

Rimaneva, come ultima possibilità, il servizio "Live Chat" di RyanAir. Erano già due ore che provavo a contattarlo, ma continuava ad apparirmi la schermata con scritto

"Tutti i nostri operatori sono occupati, attaccati al cazzo". Io sono testardo, quindi ho continuato a provare, quando è apparsa un'altra scritta:

"I nostri operatori sono momentaneamente occupati, il suo tempo di attesa è di 110 minuti"

Voi non ci crederete, ma ho deciso di aspettare, con la tigna che mi si arrampicava lungo il collo come un orango isterico. Ho aspettato. Ho aspettato un ora, la scritta diceva che mancavano solo 90 minuti al mio turno. 

A casa mia un'ora dura 60 Minuti. 110 - 60 = 70
Forse in Irlanda il tempo scorre in maniera diversa rispetto al resto d'Europa? RyanAir curva il tempo come un buco nero?





Questo è il servizio clienti di RyanAir. La quantità di bestemmie e insulti/Minuto che arrivano è così alto da provocare la formazione di plasma incandescente, quel piccolo puntino a sinistra siete voi con il vostro telefono in mano.

Ho fatto qualche calcolo, scoprendo che la materia che ha portato alla formazione del buco nero è all'incirca questa:
  • Biglietti di gratta e vinci  15%
  • Ferie di Hostess e piloti modificate a cazzo di cane 45%
  • Boeing 737  19%
  • Bambini in lacrime sul sedile giusto dietro il vostro 10%
  • Canzoncine sparate all'arrivo, per festeggiare un atterraggio nei limiti della pista 13%
  • Ma soprattutto, O'Leary, il capo della compagnia. Sta al centro del buco nero, cibandosi  della disperazione dei clienti 38%
Si, il totale è superiore al 100% ma come vi spiegavo, da RyanAir le cose funzionano in maniera singolare.

Comunque. Per effetto di questa curvatura temporale, il servizio clienti di RyanAir percepisce lo scorrere del tempo in maniera diversa rispetto a voi umani, il loro tempo scorre più lentamente del vostro.

Alla fine, quando mancavano solo 15 minuti al mio agognato turno (Ed erano passate quasi tre ore), si è impantanato tutto, il sito si è ricaricato cambiando nuovamente la scritta:

"Nessun operatore disponibile, ci scusiamo blablabla blabla bla" 

 Così, oramai vicini alla mezzanotte, abbiamo capito che nessuno ci avrebbe aiutati, almeno per quella sera e abbiamo preparato un letto composto da:


  • Telo Mare / Coperta termica
  • Valigia Rigida / Cuscino
  • Stormo di zanzare assatanate / Servizio d'intrattenimento a bordo

Ci siamo svegliati alle sei di mattina con una quantità di stress addosso livello:

sopravvissuto all'uragano Katrina.
Il braccio sopra il quale mi ero addormentato non riceveva ossigeno da qualche ora, per farlo riprendere ho dovuto sbatterlo ripetutamente contro una delle colonne, in questo modo ho evitato l'amputazione.

Così abbiamo fatto colazione e come prima cosa ho cercato di contattare il servizio clienti, con la loro live chat del cazzo. Al decimo tentativo, dopo 55 minuti di attesa, verso l'una di pomeriggio, finalmente hanno risposto. Per fortuna ho fatto gli screenshot alla conversazione, perché vi assicuro che merita  di essere letta:






 Oh che meraviglia! Ho pensato, sentendomi come un maratoneta che finalmente vede avvicinarsi la bandierina del quarantaduesimo chilometro, mi fanno un cambio volo e mi rimandano a casa. Sono proprio fortunato. Ah ah ah. Che culo.


Ma capisco subito che la mia speranza è malriposta. La gentile signorina mi dice che insomma, il cambio volo dovrei farlo io, in aeroporto. Oppure da un altro aeroporto. Peccato che siamo su un' isola, altri aeroporti non ce ne sono.


NON TROVO. A beh, se non trovi tu, siamo a posto. Manca un pezzettino dove mi chiede se ci sono aeroporti vicini . Come no, pieno di aeroporti vicini ad un'isola.

" Quindi cosa diavolo dovrei fare, bloccato su un' isola che non conosco, senza possibilità di tornare a casa?"
       




Mi propone un volo da Salonicco. Salonicco è in Macedonia, un'altra nazione. Credo che l'idea della simpatica signorina per riportarci in Italia fosse questa:



 Così le ho spiegato che no, non riuscivo ad arrivare a Salonicco, così ecco la prossima non-soluzione di Ryan-Air. Prendi un aereo che sta praticamente decollando., che ti portiamo a Pisa.



Prendi un volo per Pisa che parte tra 15 minuti. Ma certo, come avevo fatto a non pensarci prima?


                 ( Immagino una cosa del genere.



Forza Valentina, allacciami le scarpe che partiamo. Dobbiamo aggrapparci al motore di destra che quello di sinistra è già al completo.


A questo punto le cose si fanno interessanti. La signorina cerca di incolpare me per le carenze della compagnia. Erano 20 ore che cercavo di contattarli, dopo aver parlato più volte con il personale di terra e cercando di chiamare il loro servizio clienti che non rispondeva. Ma è colpa mia che, insomma, potevo muovermi prima, adesso è tardi.

Non vorrei essere malizioso, ma ho l'impressione che sia fatto tutto in modo da impedirti di contattarli e poi, dopo, accusarti di essere tu in ritardo. Provate a girare per la pagina di RyanAir, è pieno di esperienze simili.



E la chiusura della conversazione è meravigliosa. Ironicamente ho suggerito che avrei dovuto contattare l'ambasciata, la gentile signorina è d'accordo, mica possono farci niente loro, se hanno cancellato il 70% dei voli. E suggerisce un volo per Berlino. Ora non so se avete presente dove cazzo è Berlino, ma ve lo mostro io.



Ma sì,  in fondo fare due passi aiuta la circolazione. Il Cammino di Santiago è più corto.

Insomma ti possiamo portare a Berlino, poi da lì te la devi cavare da solo però, eh, che mica possiamo fare tutto noi. Mostra un po' d'indipendenza, che cazzo.


Quindi la chat si è disconnessa, ho provato a riconnettermi, ma il contatore è ripartito tipo a 65 minuti (Ryanair time), anche questo una semplice casualità. Così mi sono rassegnato e ho prenotato un volo con Aegean Airlines, compagnia che consiglio vivamente, se non altro perché i suoi voli partono. Sono arrivato a casa il 27 Luglio, con due giorni di ritardo e 500 euro in meno tra spese all'aeroporto e nuovi biglietti.


Ma potete stare sicuri che sarò come un gatto attaccato ai coglioni di questi incapaci, intanto con questo articolo, poi con l'apertura di un sito dove documentare costantemente le stronzate che fanno ad ogni passo (l'anno scorso hanno cancellato migliaia di voli perché non avevano previsto le vacanze del personale). Questi non sono capaci di organizzare le vacanze del personale, figuratevi il resto.

Quello che chiedo a voi, amici, è di condividere questo articolo, passarlo nei gruppi di viaggio, condividerlo alla morte, io ci ho messo due giorni e me ne assumo la responsabilità, voi dovete farlo arrivare più lontano possibile, facciamo in modo che a RyanAir fischino le orecchie. Ogni persona che deciderà di non volare con RyanAir leggendo questo articolo sarà una medaglia.

Se poi volete fare qualcosa di più, andate ad offrirmi un caffé in alto a destra, ed iscrivetevi alla mia pagina Facebook.