lunedì 13 settembre 2010

Tifo e lebbra

Ah!il calcio! quello sport giocato da 25 fessi in tenuta sportiva.Il calcio,quella faccenda che corri sudi,ti picchiano e devi stare zitto,perchè non sei una femminuccia.

Se non vivete in india lo sapete cos'è il calcio,sù.
Mentre loro si tengono il cricket eh!

Cazzo che sport figo il cricket!

Undici contro undici e una palla.

Mica come il calcio.
Il calcio..

Non volevo scrivere nulla sul calcio,perchè voi che mi volete bene (e mi conoscete poco),magari credete che uno come me non possa interessarsi di calcio,quello sport da scimmie.

Ed oggi voglio scrivere di calcio,anzi,di quello che si nasconde dietro al calcio.*

Io so,grazie ad un fluido particolare che mi venne inniettato da Marion zimmer Bradley in persona,che tipo di persona siete,basandomi solo su un dato.

Che squadra tifate.


L'animale tifoso può essere facilmente inquadrato in una categoria,che semanticamente avrà l'effetto di una gabbia,e ci permetterà di capirne la potenziale demenza.

                                         TIFOSO DELLA SQUADRA LOCALE.

 la sua squadra di solito ha nomi come "strozzacappomi f.C." o "cefalese" .
Si esalta  per l'aquisto di Scazzini un rinomato ex campione di 45 anni,con nel carnet persino una fugace comparsata in serie B,generalmente, in tribuna.

Di solito questo tifoso è amico del direttore tecnico della squadra,che è anche il suo salumiere.

                                                  IL TIFOSO  ULTRA' 

Si muove in branchi,composti principalmente di colorati rifiuti umani come lui,che spendono i pochi soldi guadagnati lavorando duramente come cavie da laboratorio spostandosi ogni fine settimana in una città diversa.

Generalmente muoiono pistolettati o sprangati.

                      no future for you!

Non ci mancheranno.



                            IL TIFOSO DELLA GRANDE SQUADRA

Se è tifoso della squadra della città generalmente è solo un tizio senza fantasia,un pò storpio,ma ancora un essere umano.

Diverso è il caso in cui, lui,di Bari ,diventi tifoso del milan.
In questo caso oltre a doversi sobbarcare le spese di affitto di un monolocale a milano e relative trasferte,il povero microcefalo si attirerà l'odio di:
1)Interisti: che si chiederanno cazzo ci fa un terrone a tifare per il Milan,giù botte.
2)Leghisti: Giù botte,senza tanti salamelecchi.
3)Baresi: Tra un impennata con il motorino ed uno scippo,tenteranno di capire come mai un terrone etc etc,giù botte.


                                 IL TIFOSO DELLA PROVINCIALE

La provinciale è di solito l'ancora di salvezza per chi non vuole tifare squadre dai nomi improbabili.
Il tifoso tipico si fa un paio di trasferte all'anno,aspettando che la sua squadra retroceda/conquisti la massima serie/ , ci vuole cuore per tifare una provinciale,ma le soddisfazioni sono tante.

Fra le tante ad esempio,picchiare i tifosi Baresi del Milan.

                 IL CREDENTE  DEL NAPOLI

Il tifoso del napoli deve essere considerato un fedele discepolo di una religione rivelata,il suo dio è ferlaino,Maradona il suo profeta,il San Paolo la sua Mecca.

I tifosi del napoli sono TUTTI ultrà,senza eccezioni.


Io invece tifo cagliari,ma questa è un altra storia,e ve la racconterò in un altro momento




Se ci sono degli ultrà offesi dalle mie parole mi dispiace-
Mi dispiace che un imbecille legga il mio blog.

sabato 11 settembre 2010

+Mainstream - mainstream= Mainstream

Uriel ha dato origine sul suo blog ad un iniziativa divertente,che ha chiamato "Io sturmo e drango".
In pratica ha scritto un manifesto contro il pensiero mainstream,creando anche un gagliardetto,che trovate qui.

L'idea di base mi piace,il manifesto è una figata,ma oggi piove a gran canaria,così ho tempo da perdere (non piove,ma ho tempo da perdere uguale).

Il problema è che il pensiero mainstream,fondamentalmente,si ciba di cose come i manifesti,e sono sicuro che a parte uno zoccolo duro di persone che riescono a leggere la profondità di un pensiero del genere,e l'ironia dello stesso,ci sarà una massa di storpi che seguirà solo perchè fa figo.

Uso questa faccenda per sviluppare un pensiero più generale.

Si intende con Mainstream,un pensiero che abbia raggiunto la predominanza in un determinato ambiente,pensiero al quale la maggior parte delle persone si sente in dovere di appartenere,e,nel caso non gli appartenga,a giustificarsi per la tal cosa.

Ora il contrario del mainstream è ovviamente il libero battitore,la persona intelligente.

In mezzo a queste due categorie non c'è nulla,o sei intelligente,o sei mainstream,le due cose si escludono a vicenda.
Così siamo immersi in un mondo composto al 90% da ripetitori di fesserie ambulanti,e,in minima percentuale,da liberi pensatori.

In linea teorica mi trova d'accordo un iniziativa come quella di Uriel,di mettere insieme più teste pensanti,ma solo in linea teorica.

Molte saranno le persone intelligenti che aderiranno all'iniziativa,penso a yossarian,late think, e parecchi altri,ma innumerevoli saranno i fessi che prenderanno la palla al balzo pur di fare parte di qualcosa,senza capirla ne apprezzarla.

Succederà quello che succede sempre con le cose belle,appena raggiungono una soglia critica di fama o visibilità,cominciano ad arrivare le teste di cazzo che ammorbano tutto.

Ecco perchè io non sturmo e non drango.

giovedì 9 settembre 2010

Se sei brutto..

Ed ecco che appena in iran o in un qualunque altro paese arabo,decidono di ammazzare qualcuno,si alzano i prevedibili strilli da tutti i simpatici umanisti.

La tizia in questione si chiama Sakineh,una tizia  che oltre ad everlo cornificato il marito,l'ha fatto ammazzare.


Il popolo rosa,viola,arancio,appena ha scoperto che una (presunta) omicida viene messa a morte è subito partito per la tangenziale,proponendo in serie di:

1)Dichiarare guerra all'iran
2)Bloccare l'autostrada del sole con dei camion latte.
3)Indignarsi profondamente

Ovviamente  non solo in Iran vengono prese a pietrate delle tizie .
La lapidazione esiste come pena in : 
Arabia Saudita,
Emirati Arabi Uniti,
Nigeria,
Pakistan,
Sudan e Yemen.

E non mi pare proprio che abbiamo grossi problemi a leccare il culo all'Arabia saudita,per esempio.

Ne alcuno dei sopracitati moralisti si lamenta che questo succeda.

La morale di stato insomma,è sottomessa alla ragion di stato,è questo,mi pare ovvio e giusto.
Quello che mi sembra meno giusto è che gruppi di fessi senz'arte ne parte strillino le loro presunte ragioni e inizino a ciarlare a vanvera di diritti umani.


Non sto dicendo di essere a favore della pena di morte,badate bene,ne tantomeno della lapidazione,sto solo cercando di mettere il discorso su binari logici.

Non è logico indignarsi a seconda di chi lapida.

Ne è logico ritenere la sedia elettrica più umana della lapidazione,non se avete visto le faccia di un morto ammazzato con questo :"umano"  metodo.


E dovremmo indignarci solo perchè ci hanno detto di farlo,adesso?
Quanti sono stati ammazzati in Usa solo per essere riconosciuti innocenti ex-post?

Adesso fate le persone serie e prendete anche voi una pietra,sù,che si comincia.

Mirar!

Puntar!

                                                                                Sbonk!

mercoledì 1 settembre 2010

Il mago

In questi giorni si parla insistentemente di boicottare la Mondadori per ragioni tipo Berlusconi bla bla bla bla,mafia furupù,stocazzo sploff.

Io non boicotterò un cazzo di nessuno,perchè la mondadori ha sempre edito libri eccellenti,con un catalogo molto ricco;non vedo il motivo di boicottare qualcosa che funziona come dovrebbe.

Mi sfugge il nesso boicottare mondadori/cacciare berlusconi.

In ogni caso poche ore fa pensavo a quel coglione di harry potter:*

"Possibile che i miei  figli** debbano leggere questa merda pensando che sia fantasy?"
Un mago di merda,ricalcato su figure stereotipate da cartone animato,che a loro volta sono areografate su personaggi monotoni e stupidi.

Insomma ero sconsolato e disperato,pronto oramai a gettare la spugna,mandando affanculo tutto il fantasy moderno e preparando il mio fagotto per emigrare nel regno del silmarillion,quando mi sovvenne un grandissimo libro moderno.

Il mago di Ursula K.Le guin.

Iniziamo dicendo che è uno dei libri più belli che possiate trovare in giro,INDIPENDENTEMENTE dal genere che preferite.
La costola del libro indica come eta consigliata 6-10 anni,ebbene,fatevi una grossa risata e compratelo,non hanno la minima idea di quello che dicono.
Quel libro è arte allo stato puro,dimenticatevi le saghe di shannara,maghetti froci,mostri del cazzo,e tutto il circo barnum che cercano di farci divorare giorno dopo giorno.
Non c'è paragone,la storia ha ritmo,immersività e profondità,senza mai risultare noiosa o pretenziosa.
Lessi quel libro per la prima volta che avevo 10 anni,me lo regalò mia zia,ignara,poveretta,del subbuglio che avrebbe causato.

Vi dico solo che,comparato con altri grandi libri,come,per dire "la storia infinita" o "volo di notte" questo vince,di poco,ma vince.

Il libro mi fece innamorare del fantasy,e,contemporaneamente,della scrittrice,tanto che ancora adesso rifiuto di vedere una sua foto,la immagino sempre una strafiga,anche se oramai è quasi cadavere.

Insomma DOVETE LEGGERLO,se non vi piace ve lo pago, e lo regalo a qualcuno con un numero di neuroni sufficiente a capirlo.

P.s. La Le guin è anarchica e femminista e si vede.

Porco dio,cosa cazzo volete,il sangue?
Cosa volete che vi dica? che è un libro che spacca il culo?si,cazzo,spacca il culo,e se non siete dei dementi,dovreste leggerlo.

Diciamo che sta al fantasy come "Neanche gli dei" di Asimoov sta alla fantascienza.




*Mi eccito sessualmente,pensando di squartarlo e divorarne le carni.

**Ipotetici,siamo pur sempre in un mondo fantasy.

lunedì 30 agosto 2010

Stavo solo scherzando

Dopo la settima birra e l'aquisto di un dominio web,mi sono reso conto che non era esattamente quello il nome che volevo.

Allora ho deciso di cambiare dominio,ricomprandone un altro.

Ero molto ubriaco,e per poco non mi sono messo a comprare domini tipo Stocazzo.it o nirvana.Cc.

In ogni caso finalmente è fatta,il dominio,quello vero,è questo:

    www.balordaggine.com 

sabato 28 agosto 2010

Vita da negro

Non tutti possono permettersi di ricordare l'infanzia come un età dell'oro.

Iniziò male sin da subito,infatti,io,beh,sono nato...

negro,Negro,capite!?.

Cosa che mi mette al riparo dalle accuse di razzismo,ma creò un certo imbarazzo in sala parto,quando naqui.

I miei genitori infatti mancano di questa caratteristica.
Non sono negri.
Mio padre guardò mia madre con il suo tipico sguardo da alcolizzato e disse,solennemente.

Babbo: "Ehi,quello non può essere mio figlio,"
Mia madre aveva la coda di paglia,
Mamma: "Non è colpa mia se è negro,ti avevo detto che il vibratore di liquirizia non era una buona idea"

In ogni caso i miei genitori avevano dei pregiudizi nei miei confronti.
Al primo compleanno mi regalarono una parrucca rasta,al quinto un completo da centometrista,fino a quando non misi un freno a questa follia.

Mamma,papà,ho deciso che non diventerò mai un cantante reggae,non mi piacciono i bonghetti.

Ma è sempre stato il tuo sogno,Bob!

Non mi chiamo bob,mamma.

Oh scusa peter!

.........

Nel frattempo iniziarono a nascere i miei fratelli,ad un ritmo sincopato di 1 ogni anno e mezzo,con un computo totale di 4 sorelle ed un fratello.

Ed erano tutti perfettamente bianchi e sorridenti,mentre io ero negro e con la faccia da tossicomane.
Divenni così il capro espiatorio ufficiale della famiglia,qualsiasi ragione era buona per fracassarmi di legnate.

Ehi,non mi piace il tuo sorriso,bob.

Non mi chiamo bob,pap..

SCHIAFF!

ABBI RISPETTO,peter,o come cazzo ti fai chiamare.

In famiglia mio padre era il duro,ha sempre comunicato con me tramite  borbottii gutturali,che durante l'infanzia ho pazientemete tradotto.

C'era il borbottio "si";il "no" e il "ti ammazzo e mangio le tue tenere gambine" che statisticamente era il più frequente.

Mia madre invece era una donna dolce,mi insegnò a leggere a tre anni.
Comprava così tanti libri che la gente credeva si scopasse il commesso viaggiatore.

Poi era vero,per carità,ma che bastardi,i vicini.

Insomma vivevo diviso tra questi due mondi , quello degli sguardi assassini senza parole,duri,taglienti,e quello delle parole,meravigliose,significanti,rotonde.

Ora,lo so che potrebbe suonare come la storiella del povero genio un pò ritardato che durante la sua infanzie deve affrontare prove dure,le nevrosi,l'autismo di passaggio,e poi,alla fine ,ma solo alla fine, l'esplosione del genio che frantuma i nemici che si scoprono essere  solo delle sue controfigure  atte a rendere la sua vittoria più clamorosa.

Il problema è che la mia vita,nella precedente forma sintattica,finisce con :

                                                   "Ritardato"

mercoledì 25 agosto 2010

Darwin ha appeso la falce al chiodo

                                  Evolution FAIL (e poi dicono dei sardi)



L'uomo ha inventato decine e decine di modi per tenere lontani i fessi dalla selezione naturale,ospedali,regole di buona condotta al lavoro,obbligo di mettere la cintura e altre fesserie simili.

Eppure i fessi hanno sempre trovato un modo per ammazzarsi in maniera fantasiosa,come dimostrano i darwin Awards degli ultimi 15 anni.

Uno stormo di scemi affolla i cimiteri,si va da quello che prende a martellate una mina antiuomo per smontarla,finendo smontato,passando per il maestro di kung fu che sfida il leone dello zoo,e per finire,incontriamo il fesso che si innietta analmente 2 bottiglie di liquore.

                             ESCONO DAI FOTTUTI MURI!

A volte temo di essere l'unico che veda questa faccenda come una minaccia per la mia sopravvivenza.

Si,perchè se tu sei stupido,in questa società dove tutto è globale,la tua stupidità mi impatta,e mi impatta sottoforma del tuo 4x4 lanciato a folle velocità.

Gli stupidi sono la più grande forma di spesa inutile che dobbiamo pagare tutti,c'è gente che si ammazza partecipando al campionato mondiale di sauna.

Morto cremato  a 110 gradi ed un umidità del 100%.

Ma vogliamo mettere poi,  i costi sociali della stupidità?

Incalcolabili.

Cominciando dalla base della piramide sociale,scopriamo che i nostri operai puntualmente si dimenticano delle regole di sicurezza,tagliandosi dita dentro seghe circolari,cadendo dalle impalcature,arrivando ubriachi durante lavori pericolosi ,e,rigorosamente,rivolgendosi alla fine al Ssn(*) per immeritate cure.

Salendo un pò più su,abbiamo il caporeparto o chi per lui,una sorta di incrocio tra un cane ed una merda,incapace di pensiero cosciente,il cui mantra è "fare contento il padroncino"e quindi se ne sbatte del welfare.

Saliamo ancora,arrivando al padrone della fabbrichetta del cazzo che da lavoro a 200 poveri negri/rumeni/terroni (diciamo tutte le categorie protette, a parte i gay,voglio dire,ve lo immaginate un gay in un acciaieria?**).

Il tizio in questione cancella completamente le regole di sicurezza elementari,non controllando gli estintori,le uscite di sicurezza,ma sopratutto,non controllando che i propri lavoratori CONOSCANO le regole di sicurezza.

Sono tutti costi sociali che pesano sulle casse dello stato,costi che potrebbero essere evitati se si facesse più pressione sulle tasche dei colpevoli e si punissero seriamente gli stessi.

Sia i padroni che gli operai.

Si,anche gli OPERAI.

                LA MIA PERSONALE SOLUZIONE FINALE

1) La stupidità si insinua furtiva in tutte le classi sociali,creando un partito trasversale,il partito dei fessi,capitanato in ogni caso,sempre da Umberto Bossi.

2)Il partito dei fessi è composto da "indignati" e "imbecilli" con dosi di indignazione e stupidità che scorrono fluidamente,per osmosi tra i due gruppi.

3) Tutti noi 30-40 enni siamo nati in un mondo pituffolotto (***) e bambagioso,dove:

                                  Cacciare     ----  Aprire il frigo e scartare una cotoletta
                                  Riprodursi   ---- Adozione/procreazione assistita/etc etc
                                     Malattie    ----  Vaccini
                                      Bestie feroci ----- Il gatto di casa,fruffolo,pasticcino,o qulunque cazzo di nome gli abbiate dato

Capite che il nostro genoma sia diventato una pattumiera immonda e disgustosa piena di geni di taricone e mastrota,britney spears e michael jackson.

Non vi fa un pò schifo tutto ciò?

La soluzione secondo me,sarebbe che un capo di stato lungimirante organizzasse qualcosa che chiameremo:

                             "Vacanze romane per famiglie in ruanda"

per dire,si prendono 100.000 famiglie al mese e le si sgancia su lande inospitali e terribili,con in dotazione solo un coltello da cucina il cervello e la crema solare.

Già saltare dall'aereo eliminerebbe il 10% del totale,quelli proprio fessi-fessi che non trovano la cordicella del paracadute.
un altro 10% si schianta sulle frasche,e li,beh, è un evento random,dovete avere fortuna.

Poi inizia la fase finale,seguita a reti unificate da tutti i canali,con primi piani delle persone che agonizzano punte da un serpente,o magari,colpite da attacchi incurabili di dengue e febbre gialla.

Con Vespa che organizza la sua puntata dentro un....

No,scusate,vespa è morto nel primo round robin.

E poi le scene finali,con i pochi superstiti sopravvisuti accolti da una folla festante in piazza del popolo con i pochi rappresentanti delle istituzioni ancora vivi ad acclamarli.


Napolitano morrebbe d'infarto al lancio,Capezzone fissando un cobra con aria accigliata,Fini scalando una palma da cocco,D'alema,centrato da fini che cade dalla palma accellerato dalla forza di gravità a 120 km/h.

Berlusconi sopravviverebbe anche li,porterebbe dietro alfano come scorta di carne e sopravviverebbe.


                       Noi sopravviveremmo in blocco,cresciuti a pane e superquark.



                    Un mondo migliore è possibile.







*Sistema sanitario nazionale,capre
**Se ti arrabbi per questo sei un frocio,e no,non sono omofobo.
***Mi piace inventare aggettivi,dovrete convenire che ben si confà al caso.

lunedì 23 agosto 2010

Vota cossiga

In foto: Francesco cossiga durante la sua ultima apparizione pubblica


Morto Cossiga,rimangono ormai pochi vecchi cadaveri databili "prima repubblica".

O meglio,rimangono pochi vecchi cadaveri eccellenti,mancano ancora la montalcini (ma lei ci seppellirà tutti) e Andreotti (ma è immortale e vive solo di notte,ormai.)

Ho aspettato un paio di giorni prima di scrivere qualcosa,aspettando che si sfogasse l'ansia distruttiva di tutti gli pseudo blogger italiani,che poi in realtà sono solo cloni di travaglio e grillo,da cui hanno preso tutto il loro repertorio culturale.

(Culturale!ahahahahahahahaha).

Sarebbe bene che sappiate che sono di origini sarde,quindi nel mio Dna ho,in ordine di importanza:

1)Inculare pecore (Le vostre)
2)Essere alto
3)Mangiare formaggio marcio
4)Il ritmo nel sangue (Ah no,quelli sono i negri,scusate)

Quindi spesso sentivo Cossiga parlare in televisione,e ammetto,mea culpa,che mi piaceva sentire il mio accento in bocca al presidente della repubblica.

Mettendo da parte questo,non mi metterò a parlare di "giuliana masi,moro,il 77,la prima repubblica ed il piccone" visto che non ho abbastanza tempo da perdere.

Voglio invece concentrarmi sulla stupida abitudine umana di giudicare tutto secondo il proprio metro di giudizio.


Sono circondato da bloggerssss che odiavano Cossiga senza aver capito la metà di quello che diceva.
E sopratutto sono circondato dalla categoria umana che più mi disgusta,i Monaci buddisti.

I monaci sono quelli che criticano "La politica corrotta"  ; "i ladri istituzionali" o più generalmente "il malaffare".

E da come criticano qualsiasi cosa sembrerebbe quasi che stiano guardando il mondo dalla cima di una montagna,seduti nella posizione del loto,meditando sull'immortalità dell'anima.

Ed invece quando ci parlo scopro che parlano così :

"Beh,chi non evade un pò di tasse al giorno d'oggi!?"
"Beh,si c'ho la villetta illegale,ma chi non ce l'ha,al giorno d'oggi?"
"Beh,si,ho stuprato tua sorella 12 volte,ma,siamo seri,chi non lo fa,al giorno d'oggi?"

 A me questa umanità non piace,non la considero nemmeno umanità,nello stesso modo in cui non considerò umanità quelli che nei post di grillo urlano all'impiccagione per le palle del tizio di turno.

E non considero umanità nemmeno Capezzone,fini,d'alema,e no,nemmeno Cossiga,anche se mi piaceva l'accento.

In pratica considero umanità solo me stesso,senza eccezioni,tutto il resto della poco variegata umanità che mi circonda mi disgusta e mi infastidisce,quando va bene.

Si,anche tu che mi stai leggendo,proprio tu,grassottello tizio con le mani appiccicaticcie.

No beh,dai,tu no,che mi leggi,quindi un pochino umano lo sei.

L'errore logico principale di questi asceti della politica,è considerarsi ingiudicabili.
Commettono generalmente crimini di bassa lega,non potendosene permettere di più grossi,e poi attaccano il potente di turno,cercando di confondere la loro invidia per sete di giustizia.

Ed ecco allora lo stupidissimo rappresentante dei disobbedienti che si apre partita iva dopo aver spaccato vetrine e assalito supermercati con i suoi prodi,in nome dell'esproprio proprietario;vediamo il dentista di sinistra che accusa la destra di rubare e dichiara 10.000 euro all'anno.


Sono lo schieramento trasversale più potente di tutti.

Quasi quasi mi candido alle prossime elezioni come capofila del partito dei fessi.

Slogan?

                            "Votami,tasserò gli altri" (mica tanto fessi,poi)

   
                  Ah,dimenticavo,a me Cossiga , a parte l'accento ,  stava pure sui coglioni.

stilettate II Pregiudizi fondati

Come fai a dividere una gang di  negri che si azzuffa  con dei preti?

Gridi:

     "Hey! C'è un bambino che sta giocando a basket"

giovedì 19 agosto 2010

Storia della demenza IV Diluvio e babele

Sul diluvio universale c'è poco da dire,lo scambio commerciale più stupido della storia.

L'arcobaleno in cambio di tutti gli esseri viventi,wow grazie.

Insomma,dio o chi per lui ha ammassato tutta la popolazione animale e umana del mondo sopra una nave che più che un arca sembrava Baden Baden.
Immagino i problemi di logistica!lo spazio era poco,e non è che puoi mettere le gazzelle a due passi dal leone.

Quante razze si saranno estinte in quei pochi giorni iniziali?

Noè: Figliuolo,vai a dare da mangiare ai satiri

Sem:Ok dove stà la gabbia?

Noè:Secondo piano,terza gabbia a destra,accanto alle ninfee.

(Passano cinque minuti)

Sem: Non trovo più i satiri,papà,e le ninfee sono svenute e culo all'aria

Prutt: E pure alle cavalle brucia il culo,papà.

Noè: Mhh....qui bisogna indagare..

                                                          Dopo sei mesi di indagini...

Brutt : Papone,le cavalle hanno partorito delle bestie strambe che hanno  una nerchia gigantesca,zampe da cavallo e la testa di Giuliano Ferrara sono già in piedi e per finire,cercano di trombarsi la mamma.

Noè: Legateli all'ancora e gettateli fuoribordo;diremo che è stata una tragica fatalità.

E fù così che ci giocammo i centauri.

Mi immagino invece diversamente la storia di babele,intanto il mondo era ancora piccolo,non esisteva mica la globalizzazione,e tutti i  popoli stavano in una singola città,auschwitz.
 Appartenevano tutti alla stessa tribù con una lingua ufficiale,il tedesco.

Che mantiene ancora quella forma parlata un pò così,eh.

Purtuttavia,dio,dall'alto dei cieli,rotolandosi nell'autocompiacimento non apprezzava molto la situazione,e , non contento di aver affogato il 99% della popolazione pochi mesi prima,decise che era giunto il momento di seminare il panico tra i suoi adoranti leccapiedi.

Guardò di sotto,ruttò un tuono o due e..

Dio: "Prova prova prova,1,2,3, mi sentite !?"

Folla Adorante: "YEEEEEEEEEAAAAHHHHHHHHH!!"

Dio:"Miei fedeli,d'ora in poi,mi dispiace,ma sono costretto a fare un pò di modifiche al vecchio testamento,insomma,quella carta era vecchia,andava cambiata.."

Folla adorante: "OOOOHHH OOOOHHHHHH"

Dio: ...dovreste sapere che non metterò le mani nelle vostre tasche,ne ora ne mai,ma state iniziando a venirmi a noia,con quella lingua monotematica"

Folla: "Ahhhhhhhhhhhhh!" (Con fare remissivo)

Dio: Beh,era un test,ho capito che ogni caso non vi farò un gran danno,fessi"

Folla: "ahhhhh AHHHHHHH!!!"

                                                                               Dio:" simsalabim"

                

lunedì 16 agosto 2010

Alberoni,La senti questa voce?(è l'amore che chiama)

Chi è francesco alberoni?

Questa domanda mi ha attanagliato per anni,peccato che nemmeno Alberoni,lo sappia.


Venni a conoscenza di quel tizio per la prima volta leggendo uno stupido libro intitolato "Ti amo" , dove il "sociologo"  dissezionava il concetto d'amore in seicentododici parti,senza averne capito nemmeno una.

In ogni caso la struttura del libro era questa:

Cap 1 : L'amore for dummies "dovrete asserragliare una donna,fino a quando lei non possa più negarsi. A quel punto,oramai certi del risultato,storditela e legatela per bene.
Poi stupratela ripetutamente."

O almeno questo è quello che mi ricordo io.

Poi arrivava la parte "pedagogica" del testo,Alberoni si metteva a raccontare con minuzia di particolari storie di coppie di ogni tipo;storie osi:
1)Lei lo tradisce,lui la scopre , "CRISI DELLA COPPIA!" ma poi lui la perdona,perchè l'amore vince sempre.
2)Lei lo segue lui è ricco,ma forse non abbastanza per lei,allora lei lo incorna con uno più ricco,lui la SCOPRE "CRISI DELLA COPPIA!" ma lei lo perdona,perchè l'amore vince sempre.

3)Coppia in crisi "CRISI DELLA COPPIA!" di due sessantottini che si divertono a fare orge e scambi di coppie,ma lui non ne sapeva niente. lui si spacca il cazzo,la pianta in asso e lei scopre che lo amava follemente e si ammazza per il dolore. A volte l'amore fa male

4)Il caso clinico di una tizia che si innamora solo di gente che la tratta come una rincoglionita e non le parla,limitandosi a sbatterla senza tante chiacchere;alla fine lei si innamora di uno schizzofrenico,quindi ottiene quello che voleva,peccato che lo schizzofrenico è pazzo e si ammazza,lei si deprime per il resto dei suoi giorni.
L'amore è una roba difficile che per capirla dovete studiare e non innamorarvi del primo stronzo,troie.


C'è in Alberoni quella spocchiosa saccenza di chi è riuscito a laurearsi in scienze della banana (*),convinto che la laurea della conad abbia valore anche in Italia.
Drammatico constatare la pochezza delle sue banali e sconclusionate osservazioni sopra cose come "Amore" "Leadership" "Sesso" e "smorzacandele" tutte cose che egli ignora profondissimamente.

Ogniuna delle sue cazzo di storie finisce con qualcuno che viene punito per aver fatto qualcosa che la sua morale bigotta non accetta,una donna viene lasciata,e per questo diviene mostruosamente triste e generalmente,si ammazza.

Oppure lui sfrutta una povera ricca ragazza indifesa e la deruba di tutti gli averi regalando case in Giamaica alle sue tredici amanti,ma,il giorno dopo VIENE INVESTITO DA UN CAMION.(guidato dall'ex fidanzata immagino)

Insomma Alberoni lo considero uno scrittore tossico,moralista e schifosamente bigotto,ma consiglio a tutti la lettura almeno di uno dei suoi libri ribollenti di banalità e luoghi comuni per vaccinarsene.

Pratica comune per qualsiasi virus infestante.


(*) Scienze della banana,copyright Uriel Fanelli
.